Tecnologia NFC: tutto quello che devi sapere

La tecnologia NFC consente il rapido riconoscimento tra due device ed è utilizzata principalmente nel settore dei Mobile Proximity Payment.

Che cos’è la tecnologia NFC?

Il mondo delle tecnologie wireless è in continua evoluzione e uno degli standard più recenti è la cosiddetta NFC, acronimo di Near-field communication, letteralmente “comunicazione in prossimità”, che trasforma lo smartphone in un portafoglio elettronico e permette di effettuare e ricevere pagamenti senza contatto.

Che cos’è la tecnologia NFC? La Near-field communication è una connessione basata su onde a corto raggio nata nel 2004 dal progetto NFC Forum di Sony, Philips, Nokia, LG e Samsung. La NFC è la naturale evoluzione della R.F.ID (Radio Frequency Identification) ed è in grado di creare una connessione contactless peer-to-peer (P2P) tra due dispositivi la cui distanza massima può variare dai 4 ai 10 cm.

Questo tipo di tecnologia opera alla frequenza di 13,56 MHz, può raggiungere una velocità di trasmissione massima di 424 kbit/s e permette di condividere file e informazioni tramite una connessione wireless e senza il bisogno di PIN e password.

Scopri la soluzione di pagamento Axepta più adatta alle tue esigenze e inizia a incassare pagamenti contactless in-store o in mobilità

Ambiti di applicazione della tecnologia NFC

La tecnologia NFC è particolarmente utilizzata nel campo del pagamento contactless. Infatti, tutti i wallet presenti su smartphone e smartwatch utilizzano questa funzionalità per effettuare pagamenti su terminali di pagamento POS.

Inoltre, utilizzando un dispositivo dotato di tecnologia NFC, come smartphone, tablet o smartwatch, è possibile:

      • Acquisto e convalida, mediante dispositivi abilitati (ad esempio: chioschi elettronici), la prenotazione o l’acquisto di una permanenza in albergo e il biglietto d’ingresso a cinema, teatri, stadi, treni, aerei e trasporti pubblici;
      • Scaricamento e pagamento di giochi, file audio digitali, video, software;
      • Trasferimento e visualizzazione di fotografie da una macchina fotografica o telefono cellulare NFC a un chiosco elettronico, televisione, computer per la visione o la stampa;
      • Trasferimento facilitato di file o messa in rete fra sistemi wireless;
      • Caricare la batteria;
      • Realizzazione di etichette anti-contraffazione dotate di chip NFC;
      • Utilizzare applicazioni di Mobile Payment tra i quali Apple Pay, Samsung Pay, Google Pay e Vodafone Pay;
      • Controllare gli ingressi in hotel e aprire le porte delle camere usando lo smartphone come una chiave elettronica;
      • Offrire informazioni turistiche;
      • I tag NFC consentono di eseguire molte azioni in automatico come, ad esempio, attivare e disattivare il wi-fi e il GPS o alzare e abbassare il volume e il livello di luminosità del proprio smartphone.

NFC vs BT: le caratteristiche del Bluetooth

La Near-field communication è molto simile al Bluetooth, tuttavia esistono una serie di significative differenze tra le due tecnologie.

Che cos’è il Bluetooth? Disponibile dal 1999 e spesso abbreviato in BT, il Bluetooth è uno standard di trasmissione dati per reti personali senza fili che consente a due o più dispositivi di connettersi tra loro mediante antenne montate al loro interno. La tecnologia BT permette di scambiare informazioni tra dispositivi diversi mediante una frequenza radio sicura a corto raggio in grado di ricercare gli apparecchi coperti dal segnale radio entro un raggio di qualche decina di metri al fine di metterli in comunicazione tra loro.

Per collegare due dispositivi Bluetooth, tra cui smartphone, computer, stampanti, fotocamere digitali, smartwatch, console per videogiochi e cuffie, è necessario che entrambi siano provvisti delle specifiche hardware e software richieste dallo standard.

Il protocollo Bluetooth opera alla frequenza di 2,4 GHz. Per ridurre le interferenze, il protocollo divide la banda in 79 canali e provvede a commutare tra i vari canali 1.600 volte al secondo (frequency hopping).

Quali sono le differenze tra tecnologia NFC e Bluetooth?

Ecco quali sono le principali differenze tra la tecnologia NFC e quella Bluetooth:

      • La Near-field communication ha una portata molto più breve del BT;
      • Il Bluetooth consuma più energia rispetto alla NFC;
      • Bluetooth richiede che i dispositivi siano accoppiati per la trasmissione dei dati mentre l’NFC è istantaneo ed è sufficiente che i dispositivi siano a distanza ravvicinata. La vicinanza fra i dispositivi rende la possibilità di intercettazione del segnale molto bassa e allontana il pericolo di attacchi hacker;
      • L’NFC, al contrario del BT, funziona con dispositivi passivi;
      • La tecnologia NFC può essere utilizzata in diversi ambiti: dai pagamenti elettronici all’ascolto della musica attraverso degli altoparlanti wireless.

Non hai ancora un POS? Ora è il momento giusto. Inizia a incassare pagamenti elettronici: con i sistemi di pagamento di Axepta puoi trovare la soluzione di pagamento su misura per te