Pre-autorizzazione al pagamento: una tutela per chi accetta prenotazioni e pagamenti a distanza

Pre-autorizzazione al pagamento su carta: come tutelarsi verificando i pagamenti a distanza dei clienti

Sempre più attività commerciali decidono di affidarsi al mondo online per ricevere prenotazioni e vendere i propri prodotti/servizi. Ma, come accertare la veridicità degli strumenti di pagamento utilizzati dai clienti nel momento della prenotazione?

Che cosa si intende per pre-autorizzazione? Si tratta di un sistema di verifica e garanzia utilizzato da numerose attività (soprattutto strutture ricettive e attività che offrono servizi e prodotti a noleggio) al fine di controllare la veridicità e la copertura economica delle carte di pagamento utilizzate dai clienti nel momento della prenotazione.

Come funziona? La pre-autorizzazione è un servizio che consente di impegnare il plafond della carta di pagamento per un importo stimato dall’esercente. Si tratta di un blocco temporaneo, ovvero di un congelamento di una data somma di denaro. La pre-autorizzazione può essere applicata su carte di credito, carte di debito, Bancomat e carte prepagate.

È importante sapere che la pre-autorizzazione non genera alcun movimento contabilizzato di tipo bancario sul conto corrente del cliente. Non si tratta di un addebito, bensì di un congelamento temporaneo per il quale viene fornita autorizzazione dalla banca di riferimento o dal gestore del circuito di pagamento.

Ecco tutte le risposte alle domande più comuni riguardo ai pagamenti pre-autorizzati:

  • Per quali attività è utile la pre-autorizzazione?

In genere, i servizi di pre-autorizzazione sono ampiamente utilizzati dalle strutture ricettive. Questa funzionalità è pensata per tutelare i pagamenti a distanza di strutture ricettive in ambito turistico, quali hotel e B&B, e attività che offrono prodotti e servizi a noleggio, come i car rental. Infatti, queste attività prevedono un’operatività caratterizzata dall’erogazione di un servizio della durata di uno o più giorni e per il quale non è inizialmente noto l’esatto importo del servizio offerto.

  • Qual è la differenza tra pre-autorizzazione e acquisto?

Un acquisto e una pre-autorizzazione sono entrambi operazioni finanziare che prevedono un impatto diretto sui fondi monetari della carta. Ma, esiste una sostanziale differenza tra le due operazioni:

  1. Una volta effettuato un acquisto, la somma autorizzata viene automaticamente accantonata e, successivamente ai flussi contabili quotidiani, decurtata dai fondi finanziari del titolare di carta;
  2. Quando viene “aperta” una pre-autorizzazione, l’importo dell’operazione viene semplicemente accantonato senza che ci sia in automatico la decurtazione dello stesso sui fondi finanziari. Per generare movimentazione contabile (effettivo spostamento di fondi) c’è bisogno che la pre-autorizzazione venga “chiusa” con la cifra che si vuole movimentare.
  • Come avviene il processo di verifica mediante pre-autorizzazione?

La verifica relativa alla veridicità e alla copertura economica della carta fornita dal cliente in fase di prenotazione avviene mediante processo su terminale POS. Infatti, il POS verifica autenticità e disponibilità della carta e la impegna per l’importo pre-autorizzato decurtandolo temporaneamente dal plafond massimo disponibile. Grazie alla pre-autorizzazione il cliente non potrà utilizzare una carta falsa o priva di disponibilità economica per evitare il pagamento. Inoltre, la procedura di check-out risulterà più agile (poiché già pre-autorizzata in automatico) e l’attività avrà una vera garanzia di pagamento.

  • Quando viene applicata la pre-autorizzazione?

L’importo della pre-autorizzazione viene bloccato generalmente qualche settimana o qualche giorno prima dell’effettiva erogazione del servizio da parte dell’attività. È a discrezione dell’attività decidere se e quando richiedere la pre-autorizzazione.

  • Annullare la pre-autorizzazione: cosa accade se la disponibilità residua della carta non è sufficiente?

Se l’attività prova a richiedere una pre-autorizzazione e la carta utilizzata dal cliente non dispone di sufficiente credito, la prenotazione potrebbe essere bloccata o messa in attesa. In seguito a 24 ore, il cliente sarà tenuto a fornire un metodo di pagamento alternativo. In caso di mancata risposta da parte del cliente, la prenotazione decade o viene annullata.

  • Cosa accade in caso di pre-autorizzazione non “chiusa”?

In caso di mancata chiusura di pre-autorizzazione, l’operazione in questione decade in seguito a 30 giorni dall’apertura, con conseguente “rilascio” della somma accantonata sul plafond della carta.

 

POS Axepta e pre-autorizzazione

I terminali di pagamento Axepta sono pensati su misura per ogni tipologia di business e sono in grado di ottimizzare i risultati di qualsiasi attività. Proprio per questo, tutte le soluzioni di pagamento di Axepta sono dotate del sistema di pre-autorizzazione, particolarmente utile per strutture ricettive in ambito turistico e attività che offrono prodotti e servizi a noleggio.

Grazie ai sistemi di pagamento di Axepta sarà possibile verificare la validità e l’effettiva disponibilità della carta del cliente in anticipo, senza correre alcun rischio nel momento dell’accettazione della prenotazione. Inoltre, oltre a garantire sicurezza all’attività, la pre-autorizzazione rende più snella la procedura di check-out.

Che si tratti di una struttura ricettiva, di un’azienda o di un negozio, Axepta garantisce soluzioni di pagamento personalizzate e innovative, pensate per gestire in modo sicuro e immediato tutti gli incassi della tua attività.

Vuoi far crescere la tua impresa e migliorare i tuoi risultati di business?
Con i sistemi di pagamento di Axepta puoi trovare la soluzione di pagamento perfetta per la tua attività

2020-10-15T14:44:30+02:00 15 Ottobre 2020|Fai quadrare i conti|