Brand awareness: come aumentare la notorietà del tuo marchio?

Brand awareness: cos’è e come aumentarla

Inserire all’interno del proprio piano di marketing e comunicazione una brand awareness strategy è indispensabile per avere successo con le vendite.

Brand awareness: cos’è? Per Brand awareness si intende “la consapevolezza, la conoscenza o la notorietà di un marchio all’interno del suo target di riferimento. In altre parole, la Brand awareness indica la conoscenza di un marchio da parte del suo pubblico target.

Fare Brand awareness significa rendere il marchio riconoscibile per i consumatori: il cliente deve essere in grado di associare il brand ai prodotti o ai servizi che offre anche senza alcun richiamo visivo o verbale.

Perché è importante fare Brand awareness per qualsiasi attività? Perché un brand riconoscibile non ha bisogno di particolari strategie per vendere: si vende letteralmente da solo. Grazie a una strategia di brand awareness i clienti potranno fidarsi del marchio: in altre parole, i consumatori sceglieranno cosa comprare non basandosi solo sul prodotto, bensì sul marchio di riferimento.

Scopriamo insieme come monitorare e migliorare la percezione che i clienti hanno del tuo marchio per aumentare le vendite e accrescere la tua reputazione aziendale.

 

Come funziona la brand awareness? La piramide di Aaker 

Brand awareness: come funziona? L’economista statunitense David Aaker, nel suo libro “Strategic Market Management: Global Perspectives”, ha creato una piramide teorica che spiega in modo semplice l’evoluzione delle fasi della Brand awareness di un’attività.

Brand

  1. Assenza di conoscenza/Unaware Brand: in questa fase il brand non è ancora riconosciuto dalla target audience. L’attività deve iniziare a mettere in atto alcune strategie per migliorare la propria reputazione;
  2. Conoscenza superficiale/Brand Recognition: in questa fase il brand inizia ad essere riconosciuto dalla target audience. I consumatori non associano ancora il brand ai prodotti che offre autonomamente: questa associazione avviene solo su sollecito visivo o verbale;
  3. Conoscenza forte/Brand Recall: in questa fase il consumatore inizia ad associare autonomamente il brand ai servizi e ai prodotti. L’associazione avviene in modo automatico, senza il bisogno di alcun sollecito;
  4. Top of mind: la fase del top of mind è il massimo livello di riconoscibilità che il marchio può ottenere per i consumatori. Generalmente solo i leader di settore arrivano ad essere considerati “Top of mind”.

Come misurare la Brand awareness di un’attività? Esistono numerosi strumenti online che permettono di farlo. In genere, i più utilizzati sono Google Analytics e Facebook Insights, due programmi che consentono di monitorare attentamente l’andamento del sito aziendale o della pagina Facebook dell’attività sotto ogni punto di vista.

 

Brand awareness strategy: come migliorare la percezione che i clienti hanno del tuo marchio?

Nell’attuale era digitale, il concetto di Brand awareness e di web reputation si sovrappongono perfettamente: in altre parole, il modo migliore per migliorare la Brand awareness di un’attività è online. Infatti, valorizzare la propria immagine sui Social Network o sui motori di ricerca è un’attività indispensabile per migliorare la considerazione che i consumatori hanno del marchio.

Ecco quali sono i consigli indispensabili per fare Brand awareness nel modo corretto:

  1. Analizza la tua target audience

Il primo step per iniziare a dare valore al tuo brand è analizzare il tuo pubblico di riferimento tramite un’accurata analisi di mercato. Infatti, per comprendere come ottenere consensi è indispensabile sapere a chi ci si sta rivolgendo. Tutte le attività di comunicazione e marketing devono essere pianificate attentamente sulla base di bisogni ed esigenze della tua target audience.

Ricorda: non è importante piacere a tutti, ma è fondamentale piacere ai tuoi potenziali clienti.

  1. Ottimizza il tuo sito web

Per fare Brand awareness nel modo corretto è fondamentale ottimizzare il tuo sito web e i tuoi canali online. In primo luogo, è importante rendere visibile il tuo sito posizionandolo sui motori di ricerca. Per questo dovrai occuparti della pubblicazione di contenuti di valore seguendo le logiche di content marketing.

Ma, l’ottimizzazione del sito non è importante solo per i motori di ricerca, bensì anche per gli utenti. Infatti, oltre a produrre contenuti interessanti, dovrai rendere il tuo sito chiaro, semplice e ben navigabile (soprattutto da mobile). In questo modo i potenziali clienti potranno trovare subito ciò che stanno cercando e avranno un ricordo positivo del tuo marchio.

  1. Pubblica contenuti interessanti sulle tue pagine Social

Il sito web non è l’unico canale di comunicazione utile per fare Brand awareness. Infatti, anche i profili Social dell’attività sono indispensabili per lasciare un ricordo positivo nella mente dei consumatori. Il consiglio per avere successo con i Social è definire un piano di pubblicazione dei contenuti mensile, al fine di dare continuità alla tua attività di pubblicazione e di creare attesa e desiderio nei tuoi followers.

Ricorda: creare una community è una delle attività più importanti per posizionare positivamente il tuo marchio nella mente dei potenziali clienti.

  1. Gli influencer possono rivelarsi alleati importanti

Quale attività migliore dell’influencer marketing per fare Brand awareness? Infatti, gli influencer sono personaggi particolarmente seguiti – e imitati – sui Social Network. Facendo pubblicizzare i tuoi prodotti da un influencer, la probabilità che i suoi followers vadano a visitare il tuo sito o la tua pagina Instagram è particolarmente alta.

Per questo, chi ha la possibilità di farlo dovrebbe provare a utilizzare questa strategia: i ritorni sono quasi assicurati e l’aumento della visibilità del marchio online è certo.

  1. Utilizza gli eventi, sia online che offline

Gli eventi sono uno degli strumenti più importanti per migliorare la Brand awareness della tua attività. Infatti, oltre a intrattenere chi già conosce il tuo business, gli eventi ti permetteranno di attirare l’attenzione di nuovi potenziali clienti. Gli eventi non si svolgono esclusivamente offline, infatti, anche webinair e videoconferenze possono essere considerati veri e propri eventi pubblici.

Sia per gli eventi offline che per quelli online è indispensabile pianificare attentamente la fase di sponsorizzazione: utilizza il sito web e i canali Social per cercare di informare il maggior numero di persone possibile e per convincerle a partecipare all’attività.

Vuoi far crescere la tua impresa e migliorare i tuoi risultati di business?
Con i sistemi di pagamento di Axepta puoi trovare la soluzione di pagamento online migliore per te

2020-06-19T17:56:45+02:00 19 Giugno 2020|Fai conoscere la tua attività|