Fare team building aziendale è uno dei modi più efficaci per far felice il proprio team e migliorare la profittabilità della propria impresa

Per fare team building aziendale nel modo giusto, bisogna conoscere i processi e le metodologie da cui è nato ed individuare le modalità più adatte al nostro team.

Se è vero che fare team building aziendale aiuta la comunicazione tra i dipendenti, stimola la creatività e aumenta la capacità di lavorare in gruppo, scegliere la modalità giusta è indispensabile per raggiungere dei risultati soddisfacenti.

Che cos’è il team building?

Team building letteralmente significa “costruire una squadra” ed è una metodologia educativa nata nel 1941 grazie al lavoro del pedagogo tedesco Kurt Hahn, che fondò la prima scuola di formazione esperienziale ad Aberdovey, in Galles.

Alle origini del team building c’è una ricerca condotta dallo psicologo Elton Mayo negli anni ’20 che mostrava come la produttività dei lavoratori di un’azienda di telefonia migliorasse in relazione alla considerazione e all’attenzione riservata dai responsabili ai membri del team.

Da allora ad oggi, il team building è diventato uno dei metodi più utilizzati dalle aziende, insieme al brainstorming per migliorare la felicità dei dipendenti aumentando di conseguenza anche la profittabilità aziendale.

Scopri le tariffe e i vantaggi dei sistemi di pagamento di Axepta

 

Perché scegliere di fare Team Building aziendale

Se gestisci un’azienda o un team di lavoro, ti sarai chiesto come fare per poter evitare malumori, battibecchi e problemi relazionali, che inevitabilmente si riflettono sulla produttività.

Fare team building aiuta a creare quello che da molti viene chiamato lo spirito comunitario aziendale e che, secondo alcuni studi e ricerche recenti, sarebbe la chiave per far funzionare nel modo corretto le aziende.

Lavorare nello stesso spazio e condividere la stessa scrivania non basta per creare sintonia e spirito di squadra. E a volte avere una buona relazione con superiori e colleghi in azienda è il punto di partenza per creare un rapporto di lavoro sano e produttivo.

Scegliere di fare team building è un modo per coltivare nella maniera giusta le relazioni fra colleghi, perché venire al lavoro felici non significa solo essere gratificati da ciò che si fa o dal proprio stipendio, ma significa anche passare bene il proprio tempo in ufficio.

 

Come fare Team Building Aziendale

Al di là delle diverse metodologie con cui si può fare team building in azienda, ci sono alcune regole da seguire per fare in modo che un team esista e di conseguenza far funzionare qualunque tecnica di team building, ecco quali sono le più importanti:

  1. Coinvolgere tutti: gli obiettivi di lavoro devono essere condivisi con tutti i componenti del team, che si sentiranno così più uniti e coinvolti.
  2. Scambiarsi le informazioni utili superando le gerarchie aziendali: anche se avere un flusso di lavoro e un passaggio di informazioni ben organizzato è importante, a volte dare la possibilità al team di lavoro di scambiarsi informazioni in maniera indipendente è utile per rendere attivi tutti gli attori coinvolti.
  3. Avere obiettivi comuni: condividere con il team gli stessi obiettivi e i risultati raggiunti è di fondamentale importanza per poter fare team building aziendale. Questo perché ciascun componente del gruppo si sentirà realizzato nel perseguire un fine comune che rafforzerà anche il senso di appartenenza ad un unico gruppo.
  4. Un destino e un compito ben chiari: una cosa fondamentale per fare team building aziendale nel modo giusto è suddividere compiti e responsabilità e fare in modo che siano chiari a tutti i membri del gruppo. Ciascuno deve sapere qual è il proprio ruolo e che cosa ci si aspetta da lui. Con una meta da raggiungere tutto sembrerà più facile.
  5. Supportare un clima di fiducia reciproca: alla base di qualunque rapporto, professionale e non, c’è la fiducia e il rispetto reciprochi. Anche se siamo tutti diversi, ciascuno con le proprie idee e visioni, questo non è uno svantaggio, anzi è proprio ciò che può aiutarci nel team building. L’importante è riuscire a interagire nel modo giusto.
  6. Prendersi le proprie responsabilità: all’interno di un team è importante che ognuno si prenda le proprie responsabilità senza scaricarle sugli altri. Ammettere di aver sbagliato è il primo passo per migliorare.
  7. Non prendersi i meriti di altri: il successo del gruppo o il raggiungimento di un obiettivo non è mai merito solo di uno ma dell’intero gruppo di lavoro. Per fare team building aziendale in modo giusto, non bisogna gratificare la persona sbagliata o solamente il singolo, ma occorre creare esperienze che generino successi collettivi.
  8. Saper aiutare gli altri, senza uscire dal proprio ruolo: per far funzionare nel modo giusto un gruppo di lavoro è importante che tutti abbiano ruoli e responsabilità ben definite. Ma questo non significa che non si possa uscire dai rigidi schemi imposti dalla gerarchia aziendale per aiutare i membri del proprio team quando serve. Fare team building aziendale è uno dei modi per stimolare questo genere di comportamenti all’interno del gruppo. Non è un caso che una delle azioni di team building più utilizzate dalle aziende siano i giochi di squadra: nel calcio ad esempio ciascun giocatore ha il suo ruolo e sarebbe un problema se tutti corressero senza dietro alla palla senza schemi e regole, ma quando serve anche l’attaccante torna in difesa ad aiutare i propri compagni ed è capitato molte volte che il portiere facesse gol!

Vuoi far crescere la tua impresa e migliorare i tuoi risultati di business?
Con i sistemi di pagamento di Axepta puoi trovare la soluzione di pagamento online migliore per te.