Sicurezza informatica: 10 consigli per proteggere i dati aziendali

Sicurezza informatica: strumento indispensabile per la tutela di dati aziendali sensibili

Negli ultimi due anni i danni economici provocati dal cybercrime sono cresciuti del 23% arrivando a costare alle aziende una media di 11.7 milioni di dollari l’anno. Si stima, infatti, che in un anno un’azienda arrivi a subire 130 violazioni di sicurezza informatica, circa il 27,4% in più rispetto agli anni precedenti.

Questi i dati emersi dalle analisi più recenti Accenture inserite nel documento “Cost of Cyber Crime Study”, pubblicato in occasione dell’apertura di CyberTech Europe lo scorso anno. È quindi evidente che il cybercrime non è una minaccia riguardante il solo ambito privato, bensì costituisce un enorme problema anche per le realtà aziendali.

Un ulteriore dato significativo riguardante la sicurezza informatica aziendale proviene da alcuni studi svolti dalla National Cyber-Security Alliance e mette in evidenza quali siano i bersagli aziendali di attacchi informatici più frequenti: non sono le grandi aziende a correre i rischi maggiori, bensì le PMI colpite dal 67% dei cyber attacchi registrati.

Le minacce insistenti di cyber attacchi e la presenza ormai consolidata del Regolamento europeo per la protezione dei dati personali (GDPR) rendono indispensabile per imprese di qualsiasi tipologia e dimensione realizzare una strategia di sicurezza informatica per proteggere i propri dati aziendali. I dati aziendali, infatti, sono uno dei beni più preziosi per ogni business poiché, se gestiti in maniera corretta, possono rivelarsi strumenti di profitto fondamentali; proprio per questo motivo mettere in atto un piano efficace di sicurezza informatica è ormai una priorità essenziale per molte aziende.

Scopri le tariffe e i vantaggi dei sistemi di pagamento di Axepta

 

Sicurezza informatica: 10 consigli per proteggere i dati aziendali

Se stai leggendo questo articolo è perché hai capito quanto sia fondamentale per la sicurezza della tua attività non sottovalutare le cyber minacce e pianificare una strategia di sicurezza informatica. Ecco alcuni utili consigli:

  1. Effettua una preventiva analisi dei rischi

Analizzare preventivamente i rischi presenti nella propria realtà lavorativa permette di individuare tutte le potenziali minacce per i dati dell’impresa. Avere consapevolezza di quali siano le tipologie di minacce più frequenti nel proprio settore comporta inevitabilmente la formulazione di un preciso piano di sicurezza informatica aziendale e quindi un’analisi riguardo ai propri punti deboli con conseguente miglioramento della strategia stessa.

  1. Svolgi corsi di formazione del personale

La privacy e la sicurezza dei dati aziendali sono una parte fondamentale del nuovo GDPR ed è quindi essenziale che tutto il personale sia totalmente consapevole dell’importanza di questi strumenti. L’attenzione dei dipendenti è fondamentale: il furto di un dispositivo aziendale dovuto a una semplice dimenticanza potrebbe danneggiare la reputazione dell’impresa e metterne in pericolo la sicurezza. Queste criticità possono essere evitate mediante lo svolgimento di precisi corsi di formazione del personale al fine di rendere tutti i dipendenti consapevoli riguardo all’importanza dei servizi di cui si stanno occupando.

  1. Esegui regolari backup dei dati aziendali

Effettuare backup regolari è una pratica spesso trascurata, ma poter accedere alle informazioni recenti con continuità rappresenta una dimensione fondamentale della sicurezza informatica. È indispensabile archiviare offline i backup effettuati per poter contare sulla presenza continuativa di dati sicuri anche in caso di presenza di un malware.

  1. Installa solo software antivirus affidabili ed esegui scansioni regolari

L’installazione di software di protezione sicuri e lo svolgimento di scansioni continuative è una delle misure di sicurezza informatica più semplici, ma anche più efficaci. Mediante un buon sistema di prevenzione attiva e scansioni svolte regolarmente è, infatti, possibile ridurre al minimo i rischi derivanti dalla presenza di attacchi informatici. Investire le proprie risorse in un ottimo software antivirus sarà fondamentale per proteggere i tuoi dati aziendali e non farli ricadere nelle mani sbagliate.

  1. Scegli Password e PIN sicuri e difficilmente rintracciabili

In materia di sicurezza informatica è fondamentale che le Password e i PIN di protezione creati non contengano informazioni ovvie e facilmente reperibili. Uno dei criteri più sicuri per la selezione delle Password è la lunghezza: spesso le Password più lunghe si rivelano anche le più efficaci. Per quanto riguarda l’accesso a devices mobili quali smartphone o tablet è consigliabile affidarsi ai log-in mediante l’utilizzo di impronte digitali o riconoscimento facciale al fine di proteggere ulteriormente i propri dati.

  1. Utilizza software di gestione delle Password

Scegliere di utilizzare un software che aiuti gli utenti ad archiviare e organizzare le proprie password può rivelarsi indispensabile per la sicurezza informatica di un’azienda. Questi software, conosciuti anche come “Password Manager”, sono in grado di memorizzare le parole chiave criptandole con codici specifici e richiedendo agli utenti di utilizzare una sola Password “master” riconducibile a tutte le altre password.

  1. Scegli un livello di autenticazione a più fattori

L’autenticazione a più fattori è uno strumento di sicurezza molto sviluppato che richiede ad ogni utente, in caso di tentativo di accesso al proprio account, un secondo controllo tramite codice univoco inviato su un dispositivo personale precedentemente memorizzato nel momento del primo log-in. Questo sistema di accesso è consigliato per aziende e organizzazioni con un numero elevato di collaboratori e con particolari necessità di sicurezza.

  1. Aggiorna periodicamente i software in uso

Per ottenere un livello di sicurezza informatica elevato è indispensabile utilizzare delle versioni più aggiornate dei sistemi operativi in uso ed eseguire regolarmente aggiornamenti di sicurezza. L’utilizzo di sistemi operativi precedenti spesso rende l’utente ed i propri dati maggiormente vulnerabili. Un esempio concreto di sistema operativo con queste caratteristiche è Microsoft che rende fruibili gli aggiornamenti di sicurezza solamente per sistemi operativi recenti in grado di supportarli.

  1. Gestisci gli accessi ai dispositivi aziendali

Per evitare la perdita o la divulgazione di dati aziendali privati è necessario tenere sotto controllo con particolare attenzione gli account e le credenziali utilizzati dai dipendenti. L’inserimento di watermark all’interno dei file è necessario per prevenire il furto di dati da parte del personale e per identificare la fonte in caso di violazione. È inoltre fondamentale che le Password aziendali siano uniche al fine di poter tenere sotto controllo l’operato del personale e che ogni account venga disattivato in caso di cessazione del rapporto lavorativo.

  1. Utilizza una rete VPN

La VPN, acronimo di rete virtuale privata, è un sistema di navigazione che permette di accedere dall’esterno ad una rete aziendale interna, quindi di utilizzare un dispositivo in azienda mediante un device che si trova in un altro luogo fisico. Una volta stabilita la connessione, è possibile controllare il sistema a distanza e accedere quindi alle risorse di rete. La VPN assicura la cifratura del traffico di tutti gli utenti e rende possibile l’impostazione di diversi livelli di sicurezza informatica come l’autenticazione a più fattori.

Vuoi far crescere la tua impresa e migliorare i tuoi risultati di business?
Con i sistemi di pagamento di Axepta puoi trovare la soluzione di pagamento online migliore per te

2018-12-17T13:00:17+01:00 17 Dicembre 2018|Fai quadrare i conti|