Pinterest business: cos’è e perché è utile per aziende e negozi

Pinterest business come funziona: guida per iniziare

Con più di 200 milioni di utenti unici al giorno, Pinterest è diventato, insieme a Facebook, Instagram e Twitter, un leader nel settore dei Social Network. Cosa fanno gli utenti su Pinterest? Cercano immagini, nuove idee e prodotti da acquistare.

Pinterest: cos’è e come funziona

Partiamo da qui: cos’è Pinterest? Un Social Network visuale nel quale ogni utente può condividere immagini proprie o di altri utenti in spazi virtuali simili a bacheche. In altre parole, generalmente gli utenti approdano su Pinterest per cercare nuove idee riguardo a prodotti da acquistare. Che si tratti di un abito da sposa, di un orologio o di una torta, gli utenti amano cercare foto online per farsi un’idea visiva di ciò che vogliono comprare. Pinterest serve proprio a questo: condividere foto di prodotti online per soddisfare la curiosità degli utenti.

Partendo da questo presupposto, è chiaro che, proprio come Facebook o Instagram, anche Pinterest costituisce un canale di comunicazione importante anche per le aziende. Infatti, una recente ricerca della multinazionale pubblicitaria Omnicore Group afferma che ben l’84% degli utenti utilizza Pinterest per confrontare immagini dei prodotti che desidera acquistare.

Per questo, avere un profilo Pinterest business permette a negozi e attività di condividere foto dei propri prodotti per convincere l’utente a sceglierli. Che si tratti di un negozio di moda, di alimentari, di gioielli, di oggettistica o di arredamento, Pinterest rappresenta un’opportunità di visibilità online da non perdere.

Ma, per trarre vantaggi significativi dall’uso di Pinterest business, è necessario sapere come creare un profilo aziendale, studiarne le funzionalità e conoscere le best practice nell’utilizzo di questo Social Network.

Ecco una guida informativa per tutte le attività che desiderano iniziare a utilizzare Pinterest.

 

Per iniziare: il glossario di Pinterest

Prima di sapere come approcciarsi alla realtà di Pinterest business, è fondamentale conoscere il glossario del Social Network. Infatti, proprio come l’#hashtag di Instagram o il @twit di Twitter, anche Pinterest ha una propria terminologia:

  • Pin: il Pin equivale al Post di Facebook. Infatti, si definisce Pin ogni contenuto condiviso dagli utenti su Pinterest;
  • Pinner: il Pinner è l’utente Pinterest;
  • Board: chiamata anche Pinboard, è una vera e propria bacheca nella quale vengono condivisi i Pin;
  • Pinning: è l’attività di condivisione di un Pin su una bacheca;
  • Repin: è l’attività di condivisione di un Pin già creato da un altro utente sulla propria bacheca;
  • Feed: equivale al Feed Facebook o Twitter. È un insieme di Pin che Pinterest pensa possano interessare all’utente. Per esempio il Feed mostra all’utente contenuti correlati alle proprie ricerche;
  • #Hashtag: equivalgono ai classici #hashtag di Instagram. Pinterest raggruppa i Pin con gli stessi #hashtag permettendo agli utenti di trovarli più facilmente.

 

Pinterest account business: come si crea

Perché aprire un profilo aziendale Pinterest? Semplicemente perché con la modalità aziendale l’azienda o il negozio potrà personalizzare il proprio profilo e tenere sotto controllo l’andamento dei propri Pin.

Per iniziare a utilizzare un account aziendale ci sono due diversi metodi:

  1. Aprire un account aziendale nuovo

Per chi non possiede già un account personale Pinterest, la scelta migliore è crearne direttamente uno aziendale. Ecco come fare:

  • Recati nella sezione Pinterest dedicata alla creazione di account aziendali (pinterest.com/business/create) e seleziona “Crea account”;
  • Scegli la lingua, la posizione geografica e il nome dell’attività;
  • Aggiungi una descrizione con le parole chiave relative alla tua attività, una foto profilo che rappresenti il marchio e il link al sito web ufficiale e agli altri canali Social;
  • Inserisci le informazioni di contatto per renderti reperibile;
  • Ora sei pronto per creare una bacheca e il tuo primo Pin.
  1. Convertire un account personale in uno aziendale

Chi possiede già un account personale può decidere di trasformarlo in pochi minuti in un profilo business. Scopriamo come:

  • Accedi al tuo profilo Pinterest e recati nella sezione “Pinterest for Business”;
  • Fai clic sul grande pulsante rosso al centro per trasformare il tuo profilo personale in un account aziendale;
  • Ora potrai modificare i dati dell’account personale: indica la tipologia di azienda/negozio, inserisci la ragione sociale e i contatti e collega il sito web ufficiale dell’attività;
  • Infine, accetta l’accordo TOS aziendale e l’informativa sulla Privacy.

 

Pinterest business come funziona?

Come puoi sfruttare gli strumenti di Pinterest per dare visibilità alla tua azienda? Scopriamolo insieme:

  • Funzione di ricerca

Pinterest, più che un Social Network, è un motore di ricerca per immagini. Infatti, gli utenti ricercano prodotti mediante una determinata parola chiave e Pinterest mostra i risultati più pertinenti. Proprio come su Google, i risultati mostrati per primi hanno maggiore visibilità poiché sono quelli meglio valutati da Pinterest. L’obiettivo di qualsiasi attività su Pinterest deve essere creare Pin ad alta visibilità. Come fare? Inserendo nelle didascalie le keyword legate alle potenziali query di ricerca degli utenti. Per esempio: se il prodotto in questione è un abito da sposa, sarà importante inserire nella didascalia la parola matrimonio, anche sotto forma di #hashtag.

  • Boards

Le Boards sono le bacheche, ovvero le aree tematiche di un profilo. Ogni utente, business o normale, può crearne diverse. Soprattutto per chi gestisce un account aziendale, creare bacheche con argomenti pertinenti è indispensabile per facilitare la ricerca degli utenti e per costruire un’immagine dell’attività positiva e ordinata.

  • Pin

I Pin sono il fulcro di Pinterest. Veri e propri post contenenti immagini di prodotti e brevi didascalie. Per chi ha un’attività è fondamentale linkare ad ogni immagine il proprio sito web. Che si tratti di un link verso l’e-commerce o verso il blog aziendale, questo collegamento è essenziale per attirare gli utenti di Pinterest sul sito ufficiale. Inoltre, è fondamentale prestare attenzione alla didascalia del Pin: deve contenere le keyword più importanti legate al prodotto. Infine, è indispensabile condividere anche Pin di altri utenti: in questo modo l’attività potrà mostrarsi come fonte di informazione a 360° nel proprio settore.

  • Feed

I Feed sono bacheche libere che Pinterest decide di mostrare all’utente in base ai propri interessi e alle proprie ricerche recenti. Chi gestisce un account aziendale potrebbe utilizzare i Feed per informarsi e cercare nuove idee per migliorare costantemente i propri Pin.

  • Analytics

Analytics è l’unica funzionalità – tra tutte quelle già elencate – disponibile esclusivamente per account business. Infatti, permette di monitorare tutte le statistiche relative al proprio profilo: da chi lo visualizza a quali Pin stanno ottenendo il rendimento maggiore. Analytics è una funzionalità indispensabile per conoscere i punti di forza – ma soprattutto quelli di debolezza – della propria strategia comunicativa.

 

Pinterest for Business: 7 consigli per utilizzarlo al meglio

Ecco 7 consigli utili per sfruttare a pieno tutte le potenzialità di Pinterest business per la tua attività:

  1. Definisci un piano editoriale

Proprio come per un blog aziendale o per qualsiasi altro Social Network, il primo passo per iniziare a pubblicare e condividere contenuti su Pinterest è definire un piano editoriale. La frequenza di pubblicazione su Pinterest, trattandosi per lo più di file multimediali, è molto elevata: si consiglia di postare almeno 6 Pin al giorno. Come decidere cosa condividere con i propri utenti?

  • Individua il core business del tuo brand;
  • Definisci i topic e gli argomenti correlati al tuo settore che potrebbero incuriosire i potenziali utenti;
  • Individua le fonti da cui prendere informazioni e gli account dei quali ri-condividere i Pin;
  • Definisci un elenco di pubblicazione settimanale o mensile da rispettare.
  1. Non fare solo auto-promozione

Quando si gestisce un account aziendale è fondamentale non fare l’errore di condividere esclusivamente contenuti auto-promozionali. Infatti, condividere Pin di altri account autorevoli del settore è il segreto fondamentale per avere successo. Molte attività credono che pubblicare Pin non promozionali non sia efficace: non è così. Infatti, condividere Pin di altri Pinners è indispensabile per diventare un’autorità a 360° nel proprio settore. Per avere successo la tua Board non dovrà solo contenere prodotti in vendita, ma anche news mainstream, eventi e infografiche interessanti. In questo modo, quando avranno bisogno di qualsiasi informazione nel tuo ambito, gli utenti si recheranno sulla tua bacheca.

  1. Ottimizza i contenuti con le keyword

Proprio come con il meccanismo della SEO su Google, anche su Pinterest i contenuti ottengono maggiore visibilità se contengono le keyword più cercate dagli utenti relative ai prodotti/servizi proposti nei Pin. I titoli, le didascalie e gli #hashtag sono essenziali per rendere visibili i propri Pin agli occhi degli utenti. Proprio per questo, la fase di creazione di un Pin con scelta dell’immagine, del titolo e delle parole chiave nella didascalia è quella più importante per il raggiungimento del risultato. Un esempio? Chi possiede un negozio di costumi da bagno dovrà curarsi di inserire sempre le keyword “bikini” o “estate” nelle didascalie dei propri Pin. Perché? Perché sono le parole chiave che l’utente generalmente associa al prodotto costume da bagno.

  1. Utilizza i Pin ricchi

I Pin ricchi, conosciuti anche come Rich Pin, sono dei Pin particolari che forniscono all’utente alcune informazioni aggiuntive relative al contenuto. Sono strumenti particolarmente utili per chi desidera vendere i propri prodotti su Pinterest. Attualmente esistono quattro tipologie di Rich Pin:

  • Pin prodotto: è un Pin che semplifica notevolmente lo shopping per gli utenti. Infatti include il prezzo del prodotto aggiornato in tempo reale, la disponibilità e un collegamento diretto alla pagina d’acquisto;
  • Pin articolo: sono perfetti per condividere articoli di blog aziendali. Infatti, hanno una struttura studiata per indicare l’immagine di apertura dell’articolo, il titolo, l’autore e una breve introduzione. Sono pensati per rendere anche i contenuti scritti interessanti e attraenti su Pinterest;
  • Pin ricetta: sono pensati per chi gestisce attività legate al mondo alimentare. Infatti, una delle categorie di Pin più cercate su Pinterest è quella delle ricette. Questi Pin ricchi consentono all’utente di visualizzare al posto della didascalia ingredienti, tempo di cottura e dimensione della porzione della ricetta;
  • Pin App: sono pensati per chi ha un’App della propria attività. Infatti, il Pin App mostra un pulsante rapido di installazione dell’App direttamente da Pinterest.
  1. Crea una community

Come per ogni Social Network, la community è ciò che realmente conta. Infatti, anche su Pinterest è essenziale creare un gruppo di follower attivo e attento. Come fare? Il primo step è condividere contenuti quotidianamente per incuriosire gli utenti e spingerli a visitare il tuo profilo ogni giorno. Un’ottima idea per creare una community attiva è creare una bacheca di gruppo condivisa nella quale pubblicare contenuti insieme a tutti i Pinners che ti seguono. Infatti, questa bacheca diventerà un luogo di incontro e condivisione per l’azienda e per gli utenti stessi.

  1. Crea annunci con Pin sponsorizzati

Cos’è un Pin sponsorizzato? Un Pin nel quale l’azienda investe denaro per ottenere visibilità. In altre parole, è un Pin particolarmente visibile per gli utenti poiché l’azienda l’ha sponsorizzato con del denaro. I Pin sponsorizzati sono particolarmente utili per chi desidera incrementare le vendite online: infatti, si posizionano in base alle keyword di ricerca, all’area geografica e alla tipologia di utente che sta svolgendo la ricerca. Sono molto utili per le attività che hanno bisogno di particolare visibilità.

  1. Controlla Pinterest Analytics

Pinterest Analytics è uno strumento pensato esclusivamente per gli utenti business al fine di monitorare costantemente la propria attività. È utile per visualizzare quali Pin riscuotono maggiore successo e per migliorare quelli meno performanti. Mostra i dati demografici dei propri utenti, da quale dispositivo svolgono le ricerche e quali sono le parole chiave e gli argomenti più in voga del momento. Uno strumento indispensabile per strutturare un piano editoriale interessante e una strategia comunicativa sempre più efficace.

Vuoi far crescere la tua impresa e migliorare i tuoi risultati di business?
Con i sistemi di pagamento di Axepta puoi trovare la soluzione di pagamento online migliore per te

2020-02-13T10:22:14+01:00 13 Febbraio 2020|Fai conoscere la tua attività|