Pagamenti P2P: cosa sono e come funzionano

Pagamenti P2P: il peer to peer è la nuova frontiera del mobile payment tra privati

I pagamenti P2P rivoluzionano il mondo dei pagamenti digitali grazie ad un sistema di Instant Payment che consente di inviare e ricevere denaro in tempo reale.

Che cosa sono i pagamenti P2P

Cosa sono i pagamenti P2P? Il P2P è una tecnologia online che permette agli utenti di trasferire somme di denaro gratuitamente tra privati, in tempo reale e con disponibilità immediata sul conto del ricevente. Non sono necessari contanti o carte di credito, basterà utilizzare lo smartphone. Questi pagamenti sono la soluzione ideale per dividere il conto di un ristorante o per raccogliere i soldi per fare un regalo evitando scambi di denaro con contanti, bonifici o giroconti.

I pagamenti P2P sono particolarmente diffusi tra i giovani che ricercano semplicità e rapidità anche nelle procedure di pagamento. Sono molte le App sul mercato che consentono di utilizzare i pagamenti istantanei: basti pensare ai noti Apple Pay, Satispay o Samsung Pay. Molte di queste App hanno sviluppato anche sistemi di pagamento P2B (person to business) che permettono di inviare pagamenti istantanei e semplici anche sul conto degli esercenti.

Ma cosa significa P2P? P2P – acronimo di “peer to peer” o “person to person” – è un’espressione che nasce dal linguaggio informatico. Infatti, P2P indica una tecnologia in grado di fungere contemporaneamente da server e da client, come per esempio una rete di condivisione di file. I pagamenti P2P, infatti, si basano su una rete online che permette sia di inviare che di ricevere denaro in modo istantaneo.

I pagamenti peer to peer sono quelli più utilizzati in USA e Cina, Paesi nei quali i pagamenti digitali risultano decisamente più diffusi. Infatti, secondo uno studio di Business Insider e iResearch i pagamenti P2P in Cina raggiungeranno entro il 2020 i $16.3 mila miliardi. Basti pensare all’enorme diffusione che l’App WeChat con il suo servizio WeChat Pay (leader nei pagamenti P2P) ha nel territorio asiatico. E ancora in USA, secondo un’indagine 2018 svolta da Advisory Group, il 78% dei giovani utilizza abitualmente servizi di pagamento P2P per scambiare denaro con amici e familiari.

Negli ultimi anni anche il nostro Paese si sta dirigendo velocemente verso lo sviluppo dei pagamenti digitali. Infatti, sono molte le normative che regolamentano e favoriscono l’utilizzo dei mobile payments, come la PSD2.

Scopriamo come funzionano i pagamenti peer to peer e come utilizzarli.

Pagamento P2P: come funziona?

I pagamenti P2P avvengono mediante apposite App scaricabili sul proprio smartphone, pc o tablet. Alcune App prevedono la creazione di un account associato ad un conto virtuale all’interno dell’applicazione stessa, altre si collegano direttamente al conto bancario. Il conto virtuale è prepagato e si alimenta svolgendo bonifici periodici o spostamenti di denaro dalla carta di credito.

Pagamento P2P in 4 semplici step: 

  1. Scegliere un’App per smartphone e seguire la procedura di registrazione e creazione dell’account;
  2. Selezionare un destinatario all’interno dei propri contatti;
  3. Immettere l’importo da inviare;
  4. Confermare la transazione inserendo il PIN o il mezzo di autenticazione scelto in precedenza.

Molte App prevedono anche servizi di pagamento P2B, ovvero person to business. Anche in questo caso effettuare il pagamento è semplice: le modalità restano le stesse, con la differenza che il denaro arriverà sul conto dell’esercente. I costi per il cliente rimangono nulli o minimi, mentre per l’esercente ci sarà una fee da pagare su ogni transazione eseguita.

Sfruttare i mobile payments è fondamentale per vendor e merchant. I clienti, soprattutto quelli più giovani prediligono le forme di pagamento innovative. Infatti, esistono nuove soluzioni che permettono di unire la modernità dei servizi di pagamento istantanei alla sicurezza delle operazioni bancarie: il POS Mobile potrebbe rivelarsi la scelta ideale.

Quando utilizzare i pagamenti P2P?

Scopriamo quali sono le 3 occasioni più comuni nelle quali vengono utilizzati i pagamenti peer to peer:

  1. Per pagare un regalo comune

Quando si fa un regalo in comunità ad un amico o ad un familiare è sempre problematico raccogliere le quote di tutti. I pagamenti P2P sono la soluzione ideale: basterà mandare la propria parte a chi acquisterà il regalo per non avere debiti e pagare per tempo.

  1. Per dividere il conto al ristorante

Un’altra occasione nella quale è sempre difficile pagare in modo rapido e semplice è la divisione del conto al ristorante. Con il P2P basterà inviare il proprio pagamento ad un’unica persona che effettuerà istantaneamente il pagamento totale senza dover anticipare nulla.

  1. Per rimborsare o essere rimborsati

Tra amici capita spesso che qualcuno anticipi piccole somme di denaro per comodità. In queste occasioni è sempre difficile rimborsare l’importo corretto. Inoltre capita spesso che ci si dimentichi di restituire somme così poco rilevanti o, al contrario, che si preferisca non richiederle in caso di dimenticanza per evitare “brutte figure”. Per questo i pagamenti P2P sono la soluzione ideale: basterà inviare il pagamento a chi lo ha anticipato direttamente dal proprio conto senza dover aspettare alcun prelievo di contanti.

 

Pagamenti P2P: 3 vantaggi per gli utenti

Ecco 3 vantaggi dei pagamenti innovativi P2P per gli utenti:

  1. Sono economici

Questi pagamenti sono particolarmente economici per gli utenti. Infatti, quasi tutte le App P2P sono gratuite. Creare un account, un conto virtuale o collegare il proprio IBAN all’App non ha costi. Anche trasferire denaro ad un contatto della propria rubrica o ad un esercente è un’operazione che non richiede spese. Per questo, soprattutto per gestire i movimenti di piccoli importi tra amici e familiari, i pagamenti P2P si rivelano la soluzione ideale.

  1. Sono istantanei

I pagamenti P2P avvengono in tempo reale. Infatti, l’utente che invia il denaro permetterà al destinatario di fruirne sul proprio conto corrente (reale o virtuale) istantaneamente.

  1. Sono semplici

Per utilizzare i pagamenti P2P basterà scaricare un’App dedicata sul proprio dispositivo mobile, creare un account o un conto virtuale e iniziare a inviare denaro ai propri amici e familiari. Effettuare un pagamento sarà semplice come mandare un messaggio su WhatsApp.

Conclusioni

Il mercato dei pagamenti elettronici è in un momento di grande fermento sia dal punto di vista tecnologico che normativo.
Per questo motivo sempre più imprese, piccole e grandi, si stanno adeguando ai cambiamenti e alle novità tecnologiche, tra obblighi e opportunità,  per offrire ai clienti soluzioni sempre più innovative e migliorare i propri risultati di business. Dai terminali POS ai sistemi di pagamento online, per scegliere la soluzione migliore e più sicura, occorre tenersi informati.

Vuoi far crescere la tua impresa e migliorare i tuoi risultati di business?
Con i sistemi di pagamento di Axepta puoi trovare la soluzione di pagamento online migliore per te

2019-11-12T11:59:20+01:00 14 Ottobre 2019|Fai quadrare i conti, Pagamenti online|