Pagamenti con QR code: cosa sono e come accettarli

Pagamenti con QR code: come funzionano e perché è utile accettarli

Il 2019 si è confermato l’anno dei Mobile Payment: i pagamenti con smartphone e dispositivi mobile risultano in costante crescita e arrivano a sfiorare un mercato globale di 125 miliardi. E-wallet e pagamenti con QR code sono la nuova frontiera del mondo payment: che si tratti di pagamenti nel punto vendita o online, gli utenti sono alla continua ricerca di esperienze di acquisto sempre più semplici e veloci.

Per questo, il portafoglio con denaro contante e carte di credito sta gradualmente lasciando spazio allo smartphone: infatti, il telefono si trasforma in un vero e proprio wallet digitale, in grado di contenere carte di credito e abilitare pagamenti con Touch-ID o screening facciale.

Tra tutte le modalità di pagamento con smartphone, stanno riscontrando particolare successo i pagamenti con QR code. Infatti, già utilizzati in Cina da più di 1 miliardo di utenti, questi pagamenti si sono diffusi rapidamente in Europa e in Italia nel corso del 2019. Qual è il motivo di tanto successo? I QR code sono codici bidimensionali in grado di contenere migliaia di informazioni criptate: basterà inquadrare il codice con uno smartphone o con un terminale POS abilitato per ultimare il pagamento in modo completamente sicuro.

L’apertura del nostro mercato verso queste modalità di pagamento è reale: numerosi esercenti hanno già scelto di dotarsi di sistemi di accettazione in grado di garantire ai clienti di pagare con codice QR. Infatti, sempre più terminali di pagamento vengono progettati per poter supportare questa opzione al fine di migliorare l’esperienza finale di clienti e commercianti.

Scopriamo insieme come funzionano e come avvengono i pagamenti con QR code e quali sono le migliori soluzioni offerte da Axepta per accettarli.

 

Codici QR e dati di pagamento: come funziona?

Perché il codice QR è un ottimo canale per contenere le informazioni di pagamento? Per capirlo è necessario fare un passo indietro e comprendere come è strutturato un QR code. Questo simbolo di forma quadrata appare come una matrice contenente numerosi quadrati: l’effetto finale è molto simile a un’immagine digitale formata da pixel.

In realtà questo simbolo è un codice bidimensionale e il numero dei quadratini corrisponde al numero di informazioni immagazzinate all’interno del codice: più sono numerosi i quadratini, più informazioni sono leggibili dal codice.

Tutte le informazioni contenute nel QR code sono conservate in due direzioni, mentre i dati all’interno dei classici codici a barre sono leggibili in un’unica direzione: per questo il codice QR può contenere un numero maggiore di dati rispetto a un codice a barre unidimensionale. È proprio questa la caratteristica che rende i QR code ottimi per applicare la crittografia necessaria all’elaborazione di un pagamento. Infatti, tutte le informazioni inserite nel codice bidimensionale possono essere criptate.

Inoltre, i codici QR, rispetto ai codici a barre unidimensionali presentano altri vantaggi:

  • Possono contenere un numero maggiore di dati;
  • Possono essere letti anche se parzialmente danneggiati;
  • Possono essere decifrati semplicemente con una fotocamera.

Ecco come avviene il pagamento tramite QR: lo schermo (che sia dello smartphone o del lettore POS) inquadra il codice, di seguito il codice rimanda alle informazioni di pagamento e in ultimo sarà possibile ultimare e approvare la transazione.

 

Pagare con QR code: come avviene il pagamento?

Qual è il segreto dei pagamenti con QR code? La semplicità: infatti, per leggere un codice bidimensionale non servono carte o lettori professionali, sono sufficienti una fotocamera e uno schermo. Quando si parla di pagamenti con codice QR possono essere due le modalità con cui avviene la transazione:

  1. Il cliente scansiona il codice del commerciante per effettuare il pagamento

Questa modalità è utilizzata sia per pagamenti in-store che da remoto. Il commerciante può generare un codice QR contenente informazioni di pagamento. Il codice potrà essere esposto all’interno delle pagine di un e-commerce, sul bancone di un bar, all’interno di uno scontrino o su un cartellino di fianco ai prodotti in negozio. Il consumatore dovrà semplicemente inquadrare il codice con la fotocamera dello smartphone: a questo punto avverrà la scansione e l’utente potrà essere indirizzato alla pagina di pagamento dove potrà ultimare la transazione inserendo i dati della carta o semplicemente abilitando il pagamento con e-wallet con Touch-ID o screening facciale. Il pagamento avviene in modo semplice e veloce e l’esercente può incassare in prossimità o a distanza in modo sicuro.

  1. Il commerciante scansiona il codice del cliente per ricevere il pagamento

Il pagamento tramite QR code può presuppore anche che sia il commerciante a dover inquadrare il codice QR generato dal cliente. Questo metodo di pagamento viene utilizzato particolarmente in-store e presuppone che l’esercente sia dotato di un terminale di pagamento adatto all’accettazione di pagamenti QR. Come funziona? Esistono molte App in grado di generare QR contenenti i dati della carta di pagamento. Basti pensare a AliPay o WeChat Pay, App leader nei paesi orientali per quanto riguarda i pagamenti digitali. Come avviene la transazione? L’esercente digita l’importo dovuto sul terminale, il cliente genera il QR code tramite l’App, di seguito l’esercente inquadra il codice generato: a questo punto la transazione viene ultimata automaticamente in modo sicuro e semplice.

 

Accettare pagamenti con QR code: le soluzioni di Axepta per i commercianti

Vista la continua diffusione dei pagamenti con QR code, Axepta BNP Paribas, leader nel settore pagamenti innovativi, offre a esercenti e commercianti soluzioni per incassare questi pagamenti digitali in modo semplice, veloce e sicuro. Scopriamo quali sono le migliori:

POS Android per pagamenti con QR code

Per gli esercenti che desiderano migliorare l’esperienza di acquisto nel punto vendita, Axepta propone un terminale moderno, molto simile ad uno smartphone: Hi-POS! è un POS dotato di schermo touch screen, connessione Wi-Fi, doppia fotocamera integrata e sistema operativo Android. La doppia fotocamera è la chiave che permette all’Hi-POS! di ricevere pagamenti con QR code in modo immediato: come? L’esercente digita l’importo del pagamento sul terminale, dopo averlo inserito inquadra con la fotocamera il codice QR generato dal cliente. Di seguito, il cliente dovrà autorizzare la transazione con un PIN e il pagamento sarà ultimato. Hi-POS! è perfettamente integrato con i sistemi di pagamento AliPay e WeChat Pay ed è la soluzione migliore per accettare pagamenti con smartphone.

Vuoi incassare pagamenti con QR code e da smartphone in modo semplice?
Scopri l’Hi-POS! di Axepta per far crescere il tuo business

ClicPay pagamenti QR

ClicPay è la soluzione di pagamento pensata da Axepta per negozianti, attività e liberi professionisti che desiderano incassare pagamenti elettronici senza il bisogno di un terminale POS. Come funziona? Permette all’esercente di creare richieste di pagamento tramite link sotto forma di SMS, email o QR code e inviarle al cliente in modo sicuro. Una volta aperto il link ricevuto, il cliente approderà su una pagina di pagamento sicura e potrà scegliere di pagare con il metodo che preferisce. Anche in questo caso il pagamento con QR code assume un ruolo fondamentale: il commerciante potrà creare un QR code da esporre in negozio, inviare via email o allegare in fattura. Al cliente basterà inquadrarlo per poter effettuare il pagamento in modo veloce all’interno di una pagina sicura.

Vuoi incassare pagamenti elettronici in modo semplice senza terminale? Scopri il servizio Clic Pay di Axepta

2020-04-29T11:47:49+02:00 29 Aprile 2020|Fai quadrare i conti|