RICHIEDI ORA

Leadership: 10 consigli per essere un buon capo

Leadership: l’importanza della figura del leader per costruire un team di lavoro produttivo

Il rapporto conflittuale con i superiori in ambito lavorativo risulta la principale causa di licenziamento: il 61% dei licenziamenti volontari avviene proprio per questo motivo.

Questi i dati emersi da una recente indagine svolta dalla società americana Gallup Inc., statistiche che ben evidenziano l’importanza che i lavoratori danno al rapporto con il proprio “capo” all’interno dell’ufficio. È dimostrato che un rapporto costruttivo con i leader aziendali contribuisca ad un rendimento migliore dei collaboratori di un’azienda: la leadership è quindi una prerogativa fondamentale che ogni dirigente dovrebbe possedere per costruire un ambiente favorevole intorno a sé.

Chi è il leader?

  • Il leader è una figura in grado di creare intorno a sé un clima positivo caratterizzato da fiducia ed entusiasmo;
  • Il leader è capace di fare team building aziendale, ovvero di costruire una squadra di lavoro attiva ed efficiente;
  • Il leader non esercita il suo potere sugli altri, bensì lo riceve dai propri collaboratori che per primi lo riconoscono come tale;
  • Il leader è colui che, creando un team affiatato, è in grado di collaborare in un ambiente inclusivo per raggiungere obiettivi comuni.

Essere un buon leader non è semplice, è molto più facile essere un capo che acquista autorità attraverso il denaro che ha a disposizione. Diventare un leader vincente non è però un’impresa impossibile: non esiste una formula precisa per farlo, ma si possono seguire dei consigli utili in grado di aiutare chiunque voglia farsi riconoscere come ottimo leader e incrementare quindi il rendimento della propria attività.

Vuoi migliorare i tuoi risultati di business? 
Scegli la soluzione di pagamento Axepta più adatta alle tue esigenze 

 

10 consigli per essere un vero capo con leadership

Ecco, quindi, 10 consigli pratici per diventare un leader veramente vincente:

  1. Sii sempre positivo e ottimista

Un vero leader non si lascia condizionare dalle situazioni negative: è nei momenti di crisi più complicati che i collaboratori devono percepire la leadership e riporre completa fiducia nel loro capo. Un leader vincente riesce a mantenere un clima favorevole anche in momenti difficili risultando in grado di consolidare il proprio team di lavoro e renderlo produttivo anche in queste eventualità.

  1. Programma costantemente le attività

È fondamentale per un buon capo saper programmare le attività giornaliere in base alle priorità aziendali. Una volta individuato l’ordine di importanza di tutte le azioni da svolgere è indispensabile redigere una “to do list” che aiuti a pianificare termini e consegne. In questo modo tutte le attività in svolgimento possono essere controllate ininterrottamente aiutando il leader ad organizzare praticamente le giornate lavorative.

  1. Circondati di persone valide

Il tuo team deve essere scelto con cura: la scelta del personale non deve basarsi unicamente sulle competenze e sul curriculum, bensì deve avvenire considerando anche le capacità del candidato di inserirsi nella squadra di lavoro già esistente. È sempre meglio preferire collaboratori disposti a svolgere più attività e pronti ad imparare nuove mansioni rispetto a personale specializzato in un solo campo ma poco versatile.

  1. L’empatia e la comunicazione sono fondamentali

Un dirigente con leadership è in grado di mettersi nei panni dei propri collaboratori: conoscere e comprendere il punto di vista dei dipendenti può rivelarsi uno strumento fondamentale per ottenere da questi ultimi un rendimento ottimale. Effettuare periodicamente dei colloqui individuali può essere una metodologia efficace per mantenere un buon livello di comunicazione e per conoscere, qualora siano presenti, i problemi percepiti all’interno del team. Il leader non deve quindi risultare “inarrivabile”, è bene che si mostri disposto al dialogo e alla comprensione, mantenendo comunque una posizione professionale e autorevole.

  1. Celebra con il team i successi

Un buon leader è capace di riconoscere i successi, celebrarli e congratularsi con chi li ha ottenuti. I dipendenti hanno bisogno di riconoscimenti privati e pubblici per sentirsi valorizzati e apprezzati e per poter compiere il loro lavoro in totale serenità. Non è un capo con leadership colui che non riconosce i successi del proprio team come tali, bensì li identifica unicamente come propri: un vero capo è in grado di dare la giusta importanza a tutti i suoi collaboratori e di premiarli quando potano il loro lavoro a termine in maniera eccellente.

  1. Impara a delegare

La tendenza dei manager e dei dirigenti è spesso accentrare sulla propria persona tutti gli impegni, ma un leader vincente è in grado di condividere le proprie competenze e di insegnare la propria professione a tutti i collaboratori. Monitorare tutte le attività è importante, ma per svolgere un lavoro ottimale è indispensabile assegnare gradualmente anche compiti di responsabilità al proprio team considerando i punti di forza e di debolezza di ogni collaboratore.

  1. Sfrutta al massimo le potenzialità della tecnologia

All’interno dell’ambiente lavorativo spesso le funzionalità dei dispositivi tecnologici vengono utilizzate solo in parte minima. Un leader qualificato è in grado di sfruttare al massimo le potenzialità dei devices presenti all’interno dell’ufficio rendendoli utili per supportare e semplificare le attività del proprio team.

  1. Condividi feedback settimanali con il tuo team

Pianificare obiettivi a breve termine con il proprio team è un’attività utile al fine di monitorare continuamente la situazione e analizzarne gli sviluppi. Fornisci ai collaboratori dei rapidi progress settimanali inerenti al loro lavoro: saranno stimolati a migliorarsi e a svolgere un lavoro costantemente migliore.

  1. Rispetta il tempo e la vita privata dei dipendenti

Un capo con leadership non costringe i propri collaboratori a rimanere in ufficio oltre gli orari prestabiliti. Il vero leader conosce e comprende il valore del tempo altrui e si impegna in prima persona a rispettare gli orari lavorativi evitando di chiedere sacrifici al proprio team di lavoro. Inoltre concedere e concedersi delle pause è un’azione necessaria per ottenere da tutti il massimo rendimento sul luogo di lavoro.

  1. Impara dagli errori e migliorati

Commettere degli errori è umano: un leader vincente è in grado di riconoscere gli errori compiuti in prima persona o dal proprio team e di trarre da questi tutti gli insegnamenti necessari al fine che non vengano più commessi. Per poter prendere le decisioni migliori non è sufficiente imparare dagli errori commessi in precedenza, è, infatti, fondamentale cercare di migliorarsi costantemente cercando di studiare e di individuare nuove abilità da padroneggiare e nuove opportunità di profitto.

Vuoi far crescere la tua impresa e migliorare i tuoi risultati di business?
Con i sistemi di pagamento di Axepta puoi trovare la soluzione di pagamento online migliore per te

2019-03-25T17:26:27+02:00 2 Gennaio 2019|Fai felici i tuoi clienti e il tuo Team|