Quali sono le tecniche per aumentare le vendite di un negozio?

10 tecniche per aumentare le vendite di un negozio

Il sogno di ogni negoziante è ottimizzare il proprio processo di vendita: come? Esistono delle tecniche per migliorare il rendimento dell’attività, convincendo i clienti a comprare più facilmente e rendendoli certi della qualità dei propri acquisti.

Chi amministra un’attività, in particolar modo chi gestisce un negozio, sa bene che il flusso delle vendite può subire importanti variazioni durante l’anno. Esistono momenti particolarmente positivi, nei quali le vendite funzionano per il meglio… ma, al contrario, può accadere che il flusso subisca un arresto improvviso più o meno duraturo. Quanti negozi, soprattutto di modeste dimensioni, riscontrano difficoltà nel stabilizzare la vendita dei propri prodotti? Ecco perché, per ogni commerciante, è indispensabile conoscere le tecniche per aumentare le vendite di un negozio.

In realtà non esistono regole fisse, ma ci sono alcune linee guida che, se prese in considerazione, possono gradualmente ottimizzare il fatturato dell’attività. Non sempre servono strategie di vendita articolate, né è strettamente necessario investire risorse economiche in attività promozionali. Infatti, senza pensare ad investimenti sostanziosi, anche un piccolo negozio di abbigliamento, un bar o una pasticceria possono migliorare il flusso di vendita in modo significativo.

Come incrementare le vendite? La maggior parte delle volte la vera spinta alla vendita in negozio è data dai piccoli accorgimenti di chi gestisce l’attività. La disposizione strategica della merce nel punto vendita, l’allestimento vetrine accurato, la disponibilità del personale in servizio e le poche (ma buone) attività sui Social media sono ottimi punti di partenza.

Scopriamo insieme quali sono le migliori 10 tecniche per aumentare le vendite di un negozio.

 

Come vendere di più in un negozio? 10 metodi vincenti

Ecco le 10 idee per vendere di più:

  1. La vetrina è il tuo biglietto da visita: creane una davvero originale

Potrebbe sembrare banale, ma la vetrina è davvero la prima immagine che il cliente percepisce del negozio. Se si desidera aumentare le proprie vendite, il vero punto di partenza è proprio l’allestimento vetrine. In primo luogo, per creare una vetrina da urlo è importante scegliere un soggetto, un’ambientazione, una scenografia. È fondamentale che il cliente si riconosca nella vetrina, che ne sia attratto e incuriosito. Una volta scelto il background, è la volta della selezione dei prodotti. Un errore molto comune riguarda la quantità dei prodotti esposti: è sempre meglio metterne in evidenza meno, solo in questo modo ogni prodotto acquisterà il giusto valore. Infatti, il sovraffollamento della vetrina comunica spesso incoerenza e disordine, prime due cause del disinteresse dei clienti. Anche la scelta delle luci è indispensabile: devono essere in grado di valorizzare i prodotti esposti. La vetrina non deve solo mostrare, deve comunicare: ogni prodotto deve avere il proprio prezzo ben visibile, a maggior ragione se si tratta di merce in promozione. Infine, è indispensabile rinnovarsi. Come rinnovare un negozio? Modificando la propria vetrina periodicamente: il cambiamento comunicherà al cliente un senso di novità, incuriosendolo e spingendolo ad entrare sempre nel punto vendita.

  1. Posiziona la merce strategicamente, soprattutto nella zona cassa

Se la vetrina è fondamentale, l’organizzazione interna dei prodotti non è da meno. Infatti, una delle più efficaci tecniche di vendita di un negozio è l’attenzione alla disposizione della merce al suo interno. In primo luogo è fondamentale posizionare i prodotti di punta ad un’altezza media per il cliente. Infatti, secondo numerosi studi di marketing e visual merchandising, il cliente visualizza prima i prodotti che si trovano alla propria altezza. Per questo, che si tratti di un negozio di abbigliamento, di una profumeria o di una gastronomia, è importante studiare la disposizione della merce sugli scaffali. All’altezza degli occhi devono essere posti i prodotti di punta, quelli che si vogliono vendere a tutti i costi. Merita particolare attenzione l’allestimento della zona cassa. In quest’area, infatti, dovrebbero trovarsi una serie di prodotti complementari a quelli già acquistati, possibilmente con prezzi contenuti. Per esempio, in un negozio di scarpe, è consigliabile esporre nell’area cassa delle stringhe, o del lucido per scarpe di pelle. Questi prodotti a basso costo verranno percepiti come indispensabili per migliorare l’acquisto e, quasi certamente, saranno comprati ripetutamente.

  1. Insegna al tuo personale l’arte del cross selling

Per aumentare le vendite di un negozio il cross selling è una tecnica fondamentale. In cosa consiste? Nella vendita al cliente di un prodotto complementare in aggiunta a quello che ha appena deciso di acquistare. Chi si occupa di questo processo? Il personale di vendita. Ecco un esempio: se un cliente sta acquistando un completo elegante in un negozio di vestiti, il commesso potrà proporre in abbinamento una cravatta o un papillon. Questo è il cross selling: proporre al cliente un prodotto complementare a quello acquistato. Per rendere questa procedura efficace è fondamentale formare il proprio personale. Ogni commesso del negozio deve conoscere quali siano i capi complementari per ciascun prodotto. È indispensabile che il secondo prodotto sia più economico del primo e che, possibilmente, sia in promozione. Il cliente non deve percepire il cross selling come un tentativo di vendita, bensì come un consiglio da amico da parte del personale, come qualcosa di vantaggioso che valorizza e completa il proprio acquisto.

  1. Non offrire troppe alternative al cliente: crea l’illusione di scarsità

Una delle tecniche più utilizzate dai negozianti per aumentare le vendite del proprio negozio è quella dell’illusione di scarsità. Infatti, molti studi affermano che più un prodotto viene percepito come poco disponibile, più diventa interessante e prezioso agli occhi degli acquirenti. Per questo è fondamentale creare l’illusione di scarsità: per esempio, creare offerte a tempo limitato, le classiche “Sconto valido per 24 ore” o “Offerta in scadenza”. O ancora, è utile, soprattutto per chi gestisce un negozio online, evidenziare i prodotti in esaurimento: “Ultimi 5 pezzi disponibili” o “Prodotto quasi esaurito”. Tutte queste tecniche permetteranno al cliente di percepire il prodotto come più importante e prezioso. Inoltre, un altro accorgimento importante riguarda la quantità della merce esposta. È sempre consigliato offrire poca scelta al cliente: più avrà possibilità di scegliere, meno concluderà materialmente l’acquisto. Esponi prodotti con poche colorazioni, con poche varianti: le tue vendite si concluderanno più facilmente.

  1. Aggiungi un’alternativa molto costosa per vendere meglio un prodotto medio

Molto spesso le persone associano i prezzi bassi a scarsa qualità, e viceversa, i prezzi alta ad una qualità particolarmente elevata. Per questo, quando si desidera vendere un prodotto di prezzo medio, è fondamentale mettere il consumatore davanti a tre alternative, tutte riguardanti la stessa tipologia di merce: un prodotto molto economico, il prodotto di prezzo medio che si desidera vendere e un prodotto con prezzo molto alto. In questo caso, il cliente medio assocerà il prodotto più economico ad un livello di qualità più basso, quello troppo costoso lo escluderà per risparmiare, e automaticamente si troverà a comprare quello che si desiderava vendere, poiché verrà percepito come quello con migliore qualità/prezzo. Questa tecnica funziona nella maggior parte dei casi: proporre due alternative con prezzi opposti per spingere la vendita di un prodotto medio.

  1. Accompagna il cliente con una musica di sottofondo in negozio

Nessuno lo direbbe mai, ma la musica di sottofondo è la migliore delle idee promozionali per negozi. Infatti, la musica di sottofondo è in grado di influenzare positivamente il processo d’acquisto dei clienti. Come? In primo luogo crea un’atmosfera cordiale all’interno del negozio. Contribuisce a differenziare i reparti: per esempio, chi vende vestiti, potrà mettere musica pop nel reparto abbigliamento sportivo e musica classica in quello degli abiti da sera. Alcuni studi di marketing affermano che i clienti si sentano piacevolmente invogliati all’acquisto grazie alla musica, soprattutto quando si tratta di acquisti impulsivi. Infine, la musica di sottofondo contribuisce a mantenere alto il buon umore del personale, fondamentale per creare un rapporto positivo col cliente.

  1. Offri qualcosa di gratuito al cliente

Anche offrire qualcosa di gratis al cliente è una delle migliori attività promozionali per aumentare le vendite di un negozio. Sono sempre gli studi di marketing ad affermarlo: i clienti che ricevono un dono dal negoziante si mostrano più propensi a concludere l’acquisto. Puoi offrire una penna, un adesivo o semplicemente un caffè se il tuo negozio è dotato di una piccola zona relax per i clienti. Se invece si tratta di un e-commerce, l’offerta potrebbe essere un codice sconto personalizzato, o un coupon di benvenuto inviato via email. Il cliente che riceve qualcosa in dono si sentirà speciale, valorizzato: proprio per questo sarà particolarmente invogliato a concludere l’acquisto.

  1. Garantisci tutti i metodi di pagamento: ogni cliente ne preferisce uno diverso

Una tra le tecniche per aumentare le vendite di un negozio più importanti è la scelta dei metodi di pagamento. Infatti, che si tratti di un punto vendita fisico o di un negozio online, il cliente deve sempre avere la possibilità di utilizzare il proprio sistema di pagamento preferito. C’è chi preferisce pagare in contanti, chi trova più comodo il pagamento con carta e chi invece utilizza smartphone e smartwatch per effettuare le proprie transazioni. Se si tratta di un punto vendita, il negoziante deve sempre dotarsi di terminale di pagamento POS per accettare i pagamenti elettronici, largamente diffusi negli ultimi anni. Al contrario, se si parla di e-commerce, è sempre opportuno affidarsi a sistemi di pagamento online sicuri e protetti, che consentano al cliente di pagare velocemente e con semplicità. I clienti che potranno pagare con i propri metodi preferiti si mostreranno soddisfatti, con conseguente probabilità di ritorno notevolmente maggiore.

  1. Utilizza il Web per farti trovare e i Social per farti pubblicità e creare una community

Per qualsiasi attività è ormai indispensabile essere presente online. Non importa se si tratti di un negozio di abbigliamento, di cosmetici o di alimentari: l’immagine sul web è sempre fondamentale. Il primo consiglio utile per qualsiasi attività è utilizzare le potenzialità di Google per farsi trovare a livello locale. Grazie a Google Maps e Google My Business, infatti, è possibile farsi reperire facilmente dai clienti online. My Business è gratuito e consentirà di creare una vera e propria vetrina del negozio online, con orari di apertura e chiusura, fotografie, posizione geografica e recensioni. Inoltre, è consigliato creare un proprio sito web. Il sito e-commerce deve essere semplice e intuitivo: esistono diverse piattaforme per crearne uno, sono semplici da utilizzare e hanno costi anche particolarmente irrisori (WordPress, Shopify, WooCommerce, PrestaShop, etc.). Da ultimo, ma non per importanza, è indispensabile creare una presenza dell’attività sui Social Network. Facebook, LinkedIn e Instagram sono i grandi leader di settore e possono essere utilizzati per creare una vera e propria community di clienti. Per esempio, Facebook sarà utile per creare eventi, Instagram per condividere foto di prodotti e LinkedIn per creare una rete professionale con altre attività del settore. Inoltre, i Social consentono di creare un legame particolarmente stretto coi propri clienti. Permettono di comunicare quotidianamente e in modo familiare, creando un rapporto solido e duraturo.

  1. Richiedi l’indirizzo email al cliente: crea un rapporto duraturo con le Newsletter

Un’altra delle tecniche per aumentare le vendite di un negozio riguarda la fidelizzazione del cliente. Se un cliente si affiderà ripetutamente al negozio per i propri acquisti, le vendite aumenteranno considerevolmente. Come fidelizzare un cliente? Creando con lui un rapporto solido e duraturo. Per poter creare un rapporto continuativo è fondamentale richiedere al cliente l’indirizzo email. In questo modo si potranno mandare comunicazioni periodiche con sconti, promozioni e informazioni utili. Non sarà più necessario portare il cliente nel punto vendita: si potrà comunicare con lui semplicemente tramite email. Ma, i clienti non rilasciano la propria email gratuitamente: è necessario richiederla in cambio di qualcosa. La soluzione potrebbe essere offrire una Fidelity Card o un codice sconto. Infine, fidelizzare i clienti è fondamentale anche per pubblicizzare la propria attività. Infatti, un cliente fedele sarà ben felice di rilasciare un feedback positivo online riguardo al negozio. Gli utenti si affidano molto alle recensioni: ottenere feedback positivi è indispensabile per allargare il proprio giro di affari.

Vuoi far crescere la tua impresa e migliorare i tuoi risultati di business?
Con i sistemi di pagamento di Axepta puoi trovare la soluzione di pagamento perfetta per il tuo punto vendita

2020-01-16T14:26:47+01:00 15 Gennaio 2020|Fai conoscere la tua attività, Fai crescere il tuo business|