Insegne negozi: come scegliere quella giusta e quando non si paga

Insegne negozi: perché sono importanti, come scegliere quella ideale e come funzionano le tasse e le imposte

Le insegne negozi sono la prima pubblicità con cui un esercente può promuovere la propria attività. Come veri e propri biglietti da visita, le insegne hanno il compito di mettere in evidenza l’attività agli occhi dei potenziali clienti. Un negozio con un’insegna vincente potrà ottenere senza dubbio ottimi risultati.

Cosa sono le insegne negozi? Semplicemente strutture che indicano un’attività d’impresa presso un preciso punto vendita. L’insegna è ciò che catalizza l’attenzione del potenziale cliente, è la carta d’identità dell’attività stessa. Per questo motivo un’insegna vincente deve essere riconoscibile. Indipendentemente dalle dimensioni o dall’attività che rappresenta, l’insegna deve essere originale e unica.

La maggior parte delle insegne negozi, per rendersi facilmente riconoscibile, è caratterizzata dalla presenza del logo aziendale. Il logo è ciò che identifica l’attività. È un segno caratterizzato da una propria grafica in grado di rendere un’attività riconoscibile: conferisce all’azienda un nome e un’immagine specifica. Partendo da questo presupposto, non è difficile comprendere perché un’insegna debba necessariamente contenere il logo dell’attività!

Un’insegna efficace è in grado di rendersi riconoscibile in pochi secondi e in qualsiasi situazione. Lo sguardo dei potenziali clienti è spesso distratto: il compito dell’insegna è attirare l’attenzione per convincere il consumatore ad entrare nel punto vendita. È essenziale che l’insegna rappresenti a pieno il messaggio dell’attività. Per essere distinguibile, infatti, un’insegna deve risultare coerente con l’allestimento vetrine del negozio e con l’arredamento interno. In questo modo il punto vendita sarà in grado di comunicare un’immagine chiara e definita.

Scopriamo come scegliere l’insegna perfetta per la tua attività e quando si può non pagare per esporla.

Scopri le tariffe e i vantaggi dei sistemi di pagamento di Axepta

 

Insegna negozio: quanto costa?

L’attività di esposizione di insegne per negozi è, come tutte le attività commerciali, regolamentata dalla legge. La normativa specifica è la Legge 24 Aprile 2002 n.75 Articolo 2-bis che riporta: “Si definisce insegna di esercizio la scritta che abbia la funzione di indicare al pubblico il luogo di svolgimento dell’attività economica”. In altre parole, l’insegna è uno strumento volto esclusivamente a indicare ai potenziali clienti la posizione fisica dell’attività commerciale. L’insegna è a tutti gli effetti un mezzo pubblicitario e, come tale, è soggetta alla tassazione relativa all’attività pubblicitaria.

Insegna negozio quando non si paga? La Legge 24 Aprile 2002 n.75 sancisce che, pur facendo parte degli strumenti pubblicitari, tutte le insegne di dimensioni inferiori a 5 metri quadri non sono soggette ad alcuna tassazione. In altre parole esporre un’insegna che non super i 5 metri quadrati è gratuito. Nel conteggio della superficie occupata dall’insegna sono compresi anche spazi vuoti, marchi e cornici.

Qualora l’insegna risultasse più grande di 5 metri quadri, l’attività di esposizione sarà soggetta all’imposta per l’insegna. La tassa va calcolata in base alla grandezza dell’insegna e al luogo di esposizione. Infatti, è il Comune a occuparsi delle insegne negozi e le tasse variano di Comune in Comune. Inoltre, le insegne luminose sono spesso soggette a maggiorazioni della tassa.

Se la tassazione dipende dalla grandezza dell’insegna, la procedura di approvazione è la medesima per tutte le insegne (piccole o grandi che siano). Come funziona? È necessario elaborare un progetto, presentarlo al Comune di riferimento e rimanere in attesa di approvazione. Per presentare il progetto al Comune bisogna compilare un modulo e presentare una specifica richiesta di autorizzazione. Durante il periodo di attesa di approvazione, si potrà esporre un’insegna temporanea per 90 giorni. L’insegna temporanea deve necessariamente esser differente da quella presentata nel progetto.

 

Come scegliere le insegne negozi: le diverse tipologie

Esistono numerose tipologie di insegne e scegliere quella perfetta per la propria attività non è semplice. In particolare, le insegne negozi si dividono in due macro-categorie:

  1. Insegne luminose

Le insegne luminose per negozi sono quelle che possiedono al proprio interno un corpo illuminante. In altre parole non hanno bisogno di alcun sistema di illuminazione esterno in quanto si possono illuminare autonomamente. Il costo di realizzazione di queste insegne risulta particolarmente elevato in quanto include anche il sistema di illuminazione interno. Ecco quali sono le tipologie più utilizzate di insegne luminose:

  • Cassonetti luminosi: sono una delle soluzioni preferite dai merchant. I cassonetti luminosi sono insegne realizzate in alluminio con illuminazione interna a LED, vengono affissi spesso agli ingressi dei negozi per strada. Garantiscono un livello massimo di illuminazione sia di giorno che nelle ore notturne. Possono essere di qualsiasi forma e sono caratterizzati da un ampio livello di personalizzazione. Possono essere bifacciali a bandiera, traforati, sagomati o con lettere in rilievo;
  • Totem luminosi: i totem sono le classiche insegne verticali che si posizionano fuori dai negozi per strada. Sono particolarmente utilizzati anche per eventi e manifestazioni. I totem sono, come i cassonetti, illuminati dall’interno e garantiscono un livello di visibilità ottimo. Sono senza dubbio la scelta ideale per chi dispone di ampio spazio fuori dal proprio negozio;
  • Lettere luminose: molti negozi optano per un’insegna formata da lettere luminose. Le lettere sono realizzate in alluminio, acciaio o plastica e contengono un’illuminazione neon o a LED che le rende visibili a qualsiasi ora del giorno. La maggior parte delle attività opta per questa opzione componendo con le lettere il nome della proprio negozio;
  • Insegne retroilluminate: una soluzione elegante ed economica che consiste semplicemente nell’illuminazione della propria insegna dal retro. Queste insegne vengono utilizzate particolarmente all’interno dei centri commerciali dove lo spazio disponibile è ridotto. Le insegne retroilluminate sono particolarmente comuni nell’ultimo periodo in quanto rappresentano una soluzione elegante, di design e poco costosa (l’impianto di illuminazione è sempre a LED, quindi particolarmente economico).
  1. Insegne non luminose

Le insegne non luminose sono quelle che non dispongono di un sistema di illuminazione interno. La luce resta un elemento fondamentale per dare visibilità al negozio, di conseguenza anche queste insegne vengono spesso illuminate da impianti esterni. Ecco quali sono le tipologie più comuni di insegne non luminose:

  • Pannelli stampati: sono le insegne senza dubbio più economiche. Non hanno alcuno spessore poiché sono realizzati semplicemente con stampe. Vengono realizzati spesso con vinile adesivo applicato ad una parete o con pannelli colorati personalizzati. Non godono di illuminazione propria, ma vengono spesso illuminati mediante impianti di illuminazione esterna.
  • Insegne 3D: le insegne tridimensionali sono il giusto compromesso per chi non desidera spendere cifre significative, ma vuole rendersi visibile al pubblico. Queste insegne vengono realizzate con immagini o scritte in rilievo applicate ad una parete. I materiali più utilizzati sono il plexiglas e il polistirolo. La scelta attualmente più comune è senza dubbio il polistirolo: con questo materiale si realizzano insegne particolarmente personalizzabili e leggere.

 

Insegne negozi: 5 consigli per scegliere quella perfetta

Ecco 5 consigli utili per scegliere l’insegna vincente per la tua attività:

  1. Individua il target dei tuoi potenziali clienti

Per scegliere insegne per negozi vincenti è indispensabile individuare i propri potenziali clienti. In questo modo sarà possibile realizzare insegne con stili e colori pensati appositamente per attirare l’attenzione di una specifica target audience. È fondamentale che l’insegna rispecchi a pieno lo stile del negozio e quindi dei propri clienti.

  1. Analizza la concorrenza

Svolgere un’attenta analisi delle insegne dei propri concorrenti potrebbe rivelarsi un’attività particolarmente utile. In questo modo si possono individuare gli stili e le caratteristiche dei negozi concorrenti cercando di integrarli con il proprio. Analizzare la concorrenza è utile in particolar modo per identificare tutte le caratteristiche distintive del proprio negozio. Evidenziare i punti di originalità del proprio business è un’attività essenziale per renderlo unico agli occhi dei consumatori.

  1. Scegli un messaggio semplice e riconoscibile

“Less is more”. Quest’affermazione risulta particolarmente efficace quando si parla di scegliere l’insegna perfetta per il proprio business. L’insegna del negozio deve essere chiara e riconoscibile. È fondamentale scegliere un messaggio semplice, originale e distinguibile. I colori, le forme e i font devono essere facilmente distinguibili. Partendo da questi presupposti, è evidente che le insegne vincenti risultino spesso quelle meno particolareggiate. L’insegna ideale è composta dai colori del negozio, dal logo e da uno slogan riconoscibile e intuitivo!

  1. Crea armonia con l’arredamento del negozio

L’insegna esposta deve essere coerente con l’allestimento della vetrina e con l’arredamento negozio interno. Ogni attività è caratterizzata dal proprio stile ed è fondamentale che l’insegna sappia rispecchiarlo in modo ottimale.

  1. Considera la posizione del tuo negozio

Per scegliere l’insegna perfetta è indispensabile considerare la zona nella quale si trova fisicamente il punto vendita. Per evidenziare un negozio in una grande piazza, insegne a LED o totem luminosi potrebbero risultare la scelta ideale. Al contrario, per un negozio all’interno di un centro storico sarebbero senza dubbio più appropriate insegne antiche, piccole e di design.

Vuoi far crescere la tua impresa e migliorare i tuoi risultati di business?
Con i sistemi di pagamento di Axepta puoi trovare la soluzione di pagamento online migliore per te

2019-07-16T09:31:46+01:00 16 Luglio 2019|Apri una nuova attività, Fai conoscere la tua attività|