Acquisto POS: perché conviene avere un terminale di pagamento?

L’acquisto POS è la scelta giusta per le attività che vogliono ottenere un vantaggio competitivo all’interno di un mercato sempre più tecnologico e digitale.

Digital Payment vs denaro contante: perché è indispensabile l’acquisto POS?

La pandemia da Covid-19 ha rivoluzionato la nostra quotidianità e cambiato radicalmente le abitudini di acquisto dei consumatori che, secondo i dati del report Study on the payment attitudes of consumers in the euro area (SPACE), elaborato dalla Banca Centrale Europea (BCE), preferiscono sempre di più le carte di pagamento al denaro contante: dalla ricerca, infatti, emerge che l’utilizzo delle carte per i pagamenti al dettaglio in presenza è aumentato di 5 punti percentuali nel triennio 2016-2019, passando dal 19% al 24% (41% in termini di valore).

A questi dati si aggiunge l’analisi dello lo studio intitolato L’impatto della pandemia sull’uso degli strumenti di pagamento in Italia, ottavo numero della collana Mercati, infrastrutture, sistemi di pagamento pubblicato nel mese di luglio 2021, che evidenzia un aumento dell’utilizzo delle carte contactless per le transazioni nei punti vendita fisici.

La ricerca Paying digital, living digital: evoluzione dello stile di vita degli italiani prima e dopo il Covid-19, realizzata da Mastercard in collaborazione con AstraRicerche, offre un ulteriore approfondimento sulla diffusione e l’uso degli strumenti di pagamento elettronico: 8 italiani su 10 dichiarano di utilizzare con un’elevata frequenza le carte di pagamento (circa il 69,9%) che per 1 italiano su 3 rappresentano la modalità di pagamento più sicura poiché sono in grado di garantire la tutela del proprio denaro e dei dati sensibili.

Per comprendere le nuove esigenze dei consumatori italiani in tema di pagamenti elettronici anche Visa, insieme a GFK, ha realizzato una ricerca dalla quale emerge un trend di abbandono dei pagamenti in contante a doppia cifra (23% i consumatori che ne hanno ridotto l’uso) e una crescita della propensione dei pagamenti contactless del +28%.

A questi numeri si affianca un altro valore mai registrato prima: il 62% degli italiani non considera più i pagamenti in contante preferibili a quelli digitali. E per il futuro i consumatori affermano di essere propensi a un’ulteriore diminuzione dei pagamenti in contante in negozio del 31% per acquisti superiori ai 100 €, preferendo carte di debito (+18%), di credito (+16%) e prepagate (+12%).

A confermare il trend di crescita costante dei Digital Payment sono anche i dati dell’Osservatorio Innovative Payments della School of Management del Politecnico di Milano: nel 2020 i pagamenti digitali hanno toccato quota 5,2 miliardi di transazioni, passando dal 29% al 33% del valore dei pagamenti in Italia. A crescere sono stati soprattutto i pagamenti tramite contactless (+29%, a quota 81,5 miliardi di euro) e quelli effettuati con smartphone e wearable (+80%, oltre 3,4 miliardi).

Alla luce di questi dati, l’acquisto POS diventa indispensabile perché consente ad esercenti e liberi professionisti di supportare le nuove transazioni e permette di offrire ai propri clienti una soluzione di pagamento sicura, facile e veloce.

Utilizzare un terminale di pagamento significa avere un vantaggio competitivo in più rispetto ai competitors e può trasformarsi in un’occasione per migliorare i propri guadagni, spingendo i consumatori a spendere somme più elevate.

Cerchi una soluzione di pagamento semplice, innovativa e conveniente? Scopri tutte le tariffe e le soluzioni di pagamento di Axepta ed il modello di POS più adatto alle tue esigenze


Che cos’è il POS?

Il POS è un metodo di pagamento rapido e innovativo che funziona collegandosi tramite la linea telefonica con il centro di elaborazione dati della banca che gestisce il servizio. Una volta che la carta di pagamento viene inserita nel terminale, il POS invia la richiesta di addebito al sistema della società che ha emesso la carta e, se il saldo disponibile è sufficiente per concludere l’acquisto, l’operazione va a buon fine.

Oggi, grazie alle tecnologie RFID (Radio-Frequency Identification) e NFC (Near-Field Communication), i POS di ultima generazione permettono di accettare anche payment contactless che limitano il contatto tra clienti ed esercenti, garantendo una maggior sicurezza, una migliore igiene e il rispetto delle norme della social distancing.

Infatti, con il pagamento contactless non è necessario inserire la carta di pagamento all’interno del terminale POS e digitare il PIN sulla tastiera: è sufficiente avvicinarla per ultimare le transazioni senza il bisogno di contatto.

Inoltre, grazie alla tecnologia NFC è possibile trasferire in pochi secondi il denaro dal proprio smartphone al POS del negoziante. Va però ricordato che per effettuare pagamenti contactless entrambi i dispositivi devono essere abilitati al sistema di Digital Payment altrimenti la transazione non può essere portata a termine.

Inoltre, per pagare con il telefono, oltre ad avere uno smartphone abilitato NFC, è necessario scaricare e configurare un’applicazione di mobile payment a cui associare la propria carta di pagamento.

Quali sono i diversi modelli di Point Of Sale?

I terminali di pagamento si dividono in:

  • POS fisso: ideale per chi gestisce i pagamenti in-store da un’unica postazione fissa che generalmente coincide con l’area della cassa;
  • POS cordless: è il metodo di pagamento preferito da ristoranti ed hotel perché consente di effettuare transazioni anche lontano dalla cassa grazie alla linea telefonica wireless;
  • POS GSM/GPRS: è il terminale con connessione Wi-Fi o con SIM Card GPRS con connessione inclusa nel prezzo e SIM multi-operatore che permette di accettare pagamenti ovunque all’interno del punto vendita;
  • Mobile POS: detto anche POS senza fili, il POS portatile è uno dei sistemi di pagamento digitale più innovativi e per utilizzarlo basta scaricare l’applicazione che gestisce il servizio sul proprio smartphone o tablet e connetterlo al dispositivo di pagamento tramite Bluetooth. Con il Mobile POS, i clienti possono pagare in qualunque momento e situazione, anche in movimento.
  • POS virtuale: pensato per chi gestisce un e-commerce.

Terminali di pagamento Axepta: la soluzione ideale per ogni tipo di attività

Oggi, molte delle offerte presenti sul mercato prevedono la vendita del terminale POS, esponendo attività, esercenti e liberi professionisti a sostenere costi onerosi per l’acquisto di dispositivi destinati a diventare vecchi e obsoleti a pochi anni dall’uscita sul mercato.

Axepta BNP Paribas, invece, da sempre attiva nel settore dei pagamenti innovativi, offre tutte le tipologie POS in comodato d’uso gratuito: in altre parole, con Axepta hai un terminale in utilizzo a costo zero e puoi cambiarlo quando vuoi senza pensieri.

Per l’installazione dei terminali non è previsto alcun costo aggiuntivo poiché la stessa è inclusa nella tariffa e prevede l’uscita di un tecnico che provvederà al settaggio iniziale del terminale.

Ecco quali sono le offerte POS proposte da Axepta per iniziare a incassare pagamenti con carte di pagamento, smartphone e werable device:

  • POS Desktop
    È il terminale consigliato a chi ha un negozio e necessita di un POS fisso al punto cassa. Il POS Desktop utilizza la linea telefonica analogica o un cavo Ethernet collegato alla connessione dati.
  • POS Multifunzione Portatile
    È simile a un terminale tradizionale ma la sua principale caratteristica è la portabilità: infatti, il POS Multifunzione, detto anche POS portatile, può essere spostato all’interno del negozio e utilizzato entro una certa distanza dalla base fissa che a sua volta è collegata alla rete elettrica e connessa ad internet. Il dispositivo è la soluzione ideale per ristoranti, bar, hotel e tutte quelle attività che prevedono che il pagamento non avvenga necessariamente in cassa. È dotato di connessione Wi-Fi o SIM Card GPRS con connessione inclusa nel prezzo e SIM multi-operatore, che permette di accettare pagamenti in mobilità. Inoltre, il POS Multifunzione Portatile emette il classico scontrino cartaceo.
  • Hi-POS DUO
    È il terminale tascabile che consente di accettare pagamenti sia in negozio che in mobilità, trasformando lo smartphone o il tablet in un vero e proprio dispositivo POS. Infatti, attraverso l’applicazione Hi-POS DUO, è possibile connettere via Bluetooth lo smartphone o il tablet al lettore di carte tascabile. Con Hi-POS DUO, compatibile con i sistemi operativi iOS e Android, si possono inviare le ricevute direttamente al cliente tramite e-mail o SMS o, in alternativa, connettendo il dispositivo a una stampante fiscale. Hi-POS DUO emette esclusivamente scontrino digitale. È possibile anche verificare e gestire lo stato delle transazioni effettuate e consultare report relativi ai volumi di incasso dell’attività aggiornati in tempo reale.

Le voci di spesa per l’acquisto POS: perché Axepta conviene?

Scopriamo insieme quali sono i costi tradizionalmente legati all’acquisto POS e perché Axepta è la soluzione ideale per la tua attività:

  • Costo terminale POS: come abbiamo già detto, Axepta offre tutte le tipologie POS in comodato d’uso gratuito;
  • Commissione mensile di acquiring: è una spesa ricorrente che l’esercente deve pagare mensilmente per i servizi di autorizzazione dei pagamenti tramite i circuiti. Tra le tariffe Axepta disponibili online, la tariffa START offre ai propri clienti terminali senza commissione mensile di acquiring, ovvero con zero costi fissi mensili, tariffa consigliata per chi inizia ad incassare con il POS;
  • Installazione: non è previsto alcun costo aggiuntivo per l’installazione del dispositivo POS all’interno del punto vendita: infatti, l’installazione dei terminali è inclusa nella tariffa e prevede l’uscita di un tecnico che provvederà al settaggio iniziale del terminale;
  • Attivazione: alcuni POS possono prevedere un costo addizionale una tantum per l’attivazione del servizio. Le tariffe Axepta disponibili online non prevedono alcun costo aggiuntivo di attivazione;
  • Apertura conto: è invece possibile incassare i pagamenti direttamente su qualsiasi conto corrente aziendale aperto in Italia e se si tratta di una ditta individuale o di un libero professionista è possibile accettare anche un conto corrente personale. Con Axepta, a differenza di altri fornitori POS, l’attivazione del servizio di accettazione carta non è vincolata all’apertura di un conto corrente dedicato per incassare i pagamenti elettronici;
  • Costi di gestione: corrispondono alle commissioni per la gestione del transato annuo e vengono addebitati all’esercente solo se ha un transato annuo inferiore ad un certo limite. Le offerte online di Axepta non prevedono alcun costo di gestione ai propri terminali, fatta eccezione per la tariffa START (senza commissione mensile) che prevede l’applicazione di un costo di gestione pari a 79 euro solo ed esclusivamente quando il transato annuo dell’attività risulti molto basso, ovvero inferiore a 6.000 euro. Il costo di gestione eventualmente da corrispondere se non si raggiunge il transato annuo citato risulta comunque marginale a fronte dell’assenza della commissione mensile.
  • Assistenza tecnica: con Axepta vengono offerti servizi di assistenza tecnica sul terminale in comodato d’uso senza costi aggiuntivi;
  • Commissioni % per transazione: i costi possono variare in base ai circuiti stessi (Visa, MasterCard, Maestro, PagoBANCOMAT) oltre che alla natura della carta: debito, credito, consumer o aziendale. Le offerte online di Axepta prevedono per tutti i terminali la sola distinzione delle commissioni % in base al paese di emissione della carta, ovvero Paese di emissione; si distinguono dunque le commissioni % per transazione con carte emesse da Paesi EEA (ovvero emesse in Paesi appartenenti all’area economica europea) da quelle con carte emesse da Paesi NON EEA (dunque emesse da Paesi non appartenenti all’area economica europea);
  • Conversione Dinamica della Valuta (DCC): questo servizio, consigliato per le attività che hanno clientela straniera, consente di offrire ai propri clienti la possibilità di pagare in valuta locale (valuta di origine). Le offerte online di Axepta non prevedono alcun costo di attivazione aggiuntivo per il servizio DCC e, per tutte le transazioni in valuta locale (ben 20 disponibili), prevedono l’accredito all’esercente ogni trimestre di un compenso pari all’1,00% della transazione (dunque se per esempio un cliente volesse pagare in dollari, l’esercente sosterrebbe, nel caso avesse aderito all’offerta Start non più l’1,95% di commissione per transazione ma bensì lo 0,95%, giacché gli viene retrocesso l’1% per aver incassato in valuta locale).

Bonus POS e azzeramento delle commissioni sui micropagamenti: perché è il momento giusto per l’acquisto POS?

La Legge di Bilancio 2020, con l’obiettivo di scoraggiare l’uso del denaro contante e favorire il ricorso a strumenti di pagamento tracciabili, ha introdotto l’obbligo POS professionisti.

Inoltre, il legislatore per aiutare liberi professionisti, attività, esercenti e negozianti a sostenere le spese di acquisto POS ha anche previsto un sistema di incentivi: il Bonus POS 2021 e l’azzeramento delle commissioni sui micropagamenti.

Vediamo nel dettaglio le caratteristiche delle misure di sostegno previste dal Governo:

1) Bonus POS 2021 e doppio credito di imposta

Il decreto Fisco, Lavoro e Imprese, con la modifica dell’articolo 22 D.L. n.124/2019, porta il bonus POS del 30% al 100% per gli esercenti che sono dotati di un registratore di cassa elettronico collegato col terminale POS.

Possono beneficiare del Bonus POS 2021 tutti gli esercenti attività d’impresa, arti e professioni con un fatturato annuo uguale o inferiore a 400.000€ (nell’anno d’imposta precedente a quello di riferimento), ovvero piccole e medie attività che dispongono di un registratore di cassa elettronico per la trasmissione dei corrispettivi.

Inoltre, il Decreto-legge 30 giugno 2021, n.99 introduce un doppio credito di imposta. Il primo credito d’imposta è riconosciuto agli esercenti attività d’impresa, arte o professioni che tra il 1° luglio 2021 e il 30 giugno 2022 acquistano, noleggiano o utilizzano strumenti collegati a registratori di cassa elettronici. Il credito d’imposta spetta nel limite massimo di spesa per soggetto di 160 euro.

Il secondo credito d’imposta, invece, è riconosciuto sempre agli stessi soggetti che, nel corso del 2022, acquistano, noleggiano o utilizzano strumenti evoluti di pagamento elettronico che consentono anche la memorizzazione elettronica e la trasmissione telematica dei corrispettivi giornalieri, viene invece garantito un credito d’imposta nel limite massimo di spesa per soggetto di 320 euro.

2) Azzeramento delle commissioni sui micropagamenti

A partire dal 1° gennaio 2021 e per tutto l’anno corrente, Axepta ti rimborsa il 100% delle commissioni PagoBANCOMAT® sostenute sulle transazioni fino a 5 euro avvenute tramite terminali POS fisici. L’offerta è valida per tutti i clienti Axepta.

L’obiettivo dell’iniziativa è incentivare e diffondere l’uso della moneta elettronica per tutte le operazioni effettuate nel quotidiano, assicurando un vantaggio anche agli esercenti.

Come? Ad esempio, potrai consentire ai tuoi clienti di pagare con carta anche un semplice caffè senza dover pagare alcuna commissione POS sul pagamento. Axepta, in linea con gli obiettivi perseguiti dal Governo con il Piano Italia Cashless, ha deciso di azzerare le commissioni POS a partire dal 1° gennaio 2021 e fino al termine dell’anno.

Le commissioni previste per le transazioni PagoBANCOMAT® fino a 5 euro, come da contratto di Acquiring sottoscritto, saranno regolarmente addebitate al commerciante nel mese di competenza per poi essere rimborsate tramite compensazione con le commissioni eventualmente da addebitare nel mese successivo.

Nel caso in cui non ci siano commissioni da compensare, Axepta rimborserà le commissioni tramite bonifico. Il rimborso sarà evidenziato, nel dettaglio delle singole transazioni oggetto di rimborso, all’interno dell’estratto conto mensile, messo a disposizione dell’esercente attraverso il portale online Byond di Axepta.

Non hai ancora un terminale POS per accettare pagamenti elettronici?
Scegli il POS senza canone mensile di Axepta più adatto alle tue esigenze e ottieni il Bonus POS