Formazione aziendale: come farla e perché è importante

La formazione aziendale prevede una serie di attività che hanno lo scopo di aumentare le competenze degli individui per favorire la crescita personale e professionale e raggiungere gli obiettivi di business

 “Imparare è come remare controcorrente: se smetti, torni indietro” recita un antico proverbio cinese. L’adagio accende i riflettori sull’importanza della formazione aziendale che aiuta le imprese a essere competitive sul mercato e le proietta nel futuro.

Formazione aziendale: che cos’è e a cosa serve

In un mercato del lavoro sempre più iperconesso, globalizzato e in continua evoluzione, le aziende competitive sono quelle che riconoscono l’importanza delle attività di team building e formazione aziendale.

Fare formazione in azienda significa investire sulle persone per aumentare le competenze sia del singolo che del gruppo di lavoro. Il risultato non è esclusivamente l’evoluzione professionale delle persone, ma anche la crescita del business aziendale.

Le aziende che puntano sulla formazione forniscono ai dipendenti gli strumenti necessari per colmare le lacune, affrontare i cambiamenti figli dall’innovazione tecnologica e migliorare le soft skills, ovvero le competenze trasversali che possono fare la differenza e influenzare positivamente la qualità del lavoro.

La formazione è un’opportunità di crescita che tocca tutti i livelli della scala gerarchica di un’impresa e riguarda sia gli aspetti tecnici che le relazioni tra individui.

Investire nelle risorse umane è una scelta strategica che può decretare il successo o il fallimento di un’azienda. In base all’obiettivo da raggiungere il training può essere organizzato in vari modi: dai corsi di apprendistato rivolti al singolo alle nuove esperienze made in USA, quali corsi di comic terapia e giochi di ruolo come murder party.

Il training aziendale può essere realizzato da un professionista interno o esterno all’azienda il cui compito è capire le esigenze del singolo individuo o del team per elaborare le strategie migliori e individuare i metodi utili a raggiungere gli obiettivi.

Scopriamo insieme come fare formazione del personale in modo efficace e perché è vantaggioso per la tua azienda.

Scopri le tariffe e i vantaggi dei sistemi di pagamento di Axepta

 

Come fare corsi di formazione aziendale: dall’analisi dei bisogni agli obiettivi

L’improvvisazione è nemica della formazione aziendale e le attività di training devono essere organizzate seguendo precisi step.

La prima fase prevede la raccolta delle informazioni (ad esempio attraverso colloqui one-to-one o focus group) che consentono una più precisa analisi dei fabbisogni a loro volta suddivisi in tre differenti categorie:

  • Bisogno organizzativo: influenzato dagli obiettivi di business;
  • Bisogno professionale: dipende dalla posizione che si occupa nella gerarchia aziendale;
  • Bisogno individuale: esigenze dei singoli individui e sviluppo personale.

L’analisi consente al formatore di individuare gli obiettivi che si vogliono raggiungere attraverso il training aziendale e determina gli stadi successivi:

  • Progettare il corso di formazione dopo aver definito gli strumenti e i metodi necessari a raggiungere il traguardo;
  • Svolgere il corso di formazione in aula, outdoor o tramite piattaforme di e-learning;
  • Misurare i risultati e l’efficacia della formazione.

Gli obiettivi della formazione aziendale devono rispondere ai principi del metodo S.M.A.R.T. illustrato dall’economista e saggista Peter Drucker nel suo libro “Le sfide del Management nel XXI Secolo”.

Le cinque regole che compongono l’acronimo fanno riferimento alle seguenti parole di origine inglese:

  1. S = Specif (Specifico)
  2. M = Misurable (Misurabile)
  3. A = Achievable (Raggiungibile)
  4. R = Relevant (Rilevante)
  5. T = Time-Based (Temporizzato)

 

Corsi formazione aziendale: 3 consigli per farli nel modo giusto

Ecco tre consigli per migliorare la formazione aziendale e costruire momenti dedicati all’apprendimento capaci di coinvolgere i partecipanti:

  1. Avere ben chiari gli obiettivi del training aziendale e fornire ai dipendenti le nozioni di cui hanno davvero bisogno;
  2. Preferire attività interattive che stimolano la partecipazione e riducono i momenti di distrazione;
  3. Considerare le tre fasi principali dell’apprendimento: acquisizione dei dati, comprensione, organizzazione dei dati e esposizione dei contenuti.

 

Formazione aziendale: a chi si rivolge e perché è importante

Destinata a impiegati e dirigenti, la formazione aziendale coinvolge tutti i soggetti che lavorano all’interno di un’impresa e fornisce alle persone gli strumenti necessari per imparare a trovare la soluzione giusta.

Il training non è un’attività marginale. Infatti, si inserisce nell’insieme dei processi aziendali che definiscono il percorso utile al raggiungimento degli obiettivi di business e ha numerosi vantaggi:

  • Aumenta le competenze, la felicità e la motivazione dei lavoratori;
  • Incrementa la produttività;
  • Sviluppa la capacità di problem solving;
  • Incentiva lo spirito di squadra;
  • Migliora l’organizzazione aziendale;
  • Migliora le capacità comunicative del singolo e del team;
  • Aiuta a gestire i cambiamenti, il conflitto e a individuare le priorità.

Tutte queste opportunità si traducono in effetti positivi che valorizzano le capacità degli individui, stimolano la condivisione e favoriscono la creatività. In questo modo la formazione aziendale offre alle aziende l’opportunità di affrontare e superare le sfide del presente per guardare a un futuro fatto di crescita, progresso e successi.

Vuoi migliorare i tuoi risultati di business? 
Scegli la soluzione di pagamento Axepta più adatta alle tue esigenze 

2019-10-28T17:51:11+01:00 28 Ottobre 2019|Fai crescere il tuo business, Fai felici i tuoi clienti e il tuo Team|