Differenza tra carta di credito e carta di debito

Bancomat o carta di credito? Per rispondere a questa domanda bisogna sapere qual è la differenza tra carta di credito e carta di debito.

Avere ben chiara qual è la differenza tra carta di credito e carta di debito non è sempre così immediato e spesso finiamo per usare la prima che ci capita sotto mano.

Per poter gestire al meglio il proprio denaro, è certamente necessario essere in possesso di entrambe le carte, ma capire qual è la differenza tra carta di credito e carta di debito è importante per utilizzare quella corretta al momento giusto.

A tutti voi sarà capitato di arrivare davanti alle casse di un supermercato o di un negozio e sentirsi rivolgere la domanda: bancomat o carta di credito?
Entrambe ti permettono di pagare i tuoi acquisti tramite POS e i sistemi di pagamento elettronico, ma per scegliere con consapevolezza quale delle due usare, bisogna conoscerne le differenze.

Sappiamo che la differenza tra carta di credito e carta di debito (chiamata più comunemente bancomat) riguarda sostanzialmente la modalità con cui viene gestito il denaro, ma per capirlo meglio, vediamo come viene definita una carta di credito e una carta di debito.

Vuoi migliorare i tuoi risultati di business?
Scegli la soluzione di pagamento Axepta più adatta alle tue esigenze

 

Carta di credito: che cos’è e quali sono i vantaggi

La carta di credito, chiamata anche moneta elettronica, è uno strumento di pagamento che consente di versare del denaro senza l’utilizzo del contante. Uno dei vantaggi della carta di credito è la possibilità di utilizzare subito del denaro che ci verrà addebitato in seguito. L’addebito a carico del consumatore sul proprio conto corrente bancario, avviene infatti solo a metà del mese successivo in cui è avvenuto il pagamento. In alcuni casi, viene addirittura rateizzato.

Le voci che troviamo riportate sulla carta di credito, riguardano le generalità del titolare, il numero della carta e la sua data di scadenza. Il titolare della carta di credito inoltre, è tenuto a porre la propria firma sulla carta, nello spazio appositamente predisposto.

 

Carta di debito

La carta di debito invece viene comunemente chiamata “bancomat” anche se in realtà la parola “bancomat” individua semplicemente un circuito nazionale di pagamento (come ad esempio il circuito VPay o Maestro).

Qual è dunque la differenza tra carta di credito e carta di debito?

Con la carta di debito quando si effettua un pagamento, la somma viene addebitata sul conto corrente in maniera immediata, senza possibilità di rateizzare il pagamento. Proprio per questo motivo quando si utilizza la carta di debito bisogna porre particolare attenzione al tema della sicurezza.

Tutte le carte di debito infatti hanno un sistema di protezione che prevede la conferma del pagamento tramite un codice PIN per ogni transazione di un codice PIN. Il codice di sicurezza viene fornito direttamente dalla banca di riferimento, solitamente tramite SMS.

Con la carta di debito oltre al pagamento diretto in un qualunque esercizio commerciale, si può prelevare o versare del denaro contante o tramite assegno, consultare l’estratto conto del proprio conto corrente, pagare le bollette, ricaricare i cellulari o le carte prepagate, ed effettuare pagamenti online. Anche se molti consumatori pensano che i pagamenti online siano meno sicuri dei pagamenti in contanti, in realtà la carta di credito offre una serie di garanzie in più rispetto al contante, a partire dal blocco della carta in caso di furto, fino al servizio gratuito antifrode che permette di tenere sotto controllo i propri acquisti avvertendo il consumatore tramite sms ogni volta che viene effettuato un pagamento superiore ad una cifra concordata in precedenza.

 

Differenza tra carta di credito e carta di debito

Dopo aver brevemente spiegato che cos’è una carta di credito e che cos’è una carta di debito, vediamo quali sono le principali differenze.

La differenza sostanziale è una sola e sta nel come viene gestito il denaro.

Con la carta di credito infatti, si possono effettuare acquisti anche quando il denaro non è immediatamente disponibile sul proprio conto corrente, con un limite di spesa mensile generalmente abbastanza alto che non può essere superato e che varia a seconda del contratto stipulato con la propria banca.

Con la carta di debito invece si può prelevare e pagare direttamente in contanti oppure effettuare il pagamento direttamente tramite POS obbligatorio o tramite sistemi di pagamento virtuale, ma con un limite di spesa mensile solitamente più basso, dal momento che in questo caso il denaro viene prelevato dal conto corrente bancario.

Che cosa fare quindi se ci troviamo davanti alla cassa del supermercato e non sappiamo se utilizzare la carta di credito o di debito per pagare la spesa?

Dipende dall’entità dell’importo: dal momento che la carta di debito ha un limite di spesa maggiore e che di solito viene utilizzata per prelevare il denaro che ci serve per avere nel portafoglio anche un po di contante, sarebbe meglio non utilizzarla per pagamenti elettronici con somme elevate.

Fra le due quindi, sempre meglio pagare con la carta di credito!

Vuoi far crescere la tua impresa e migliorare i tuoi risultati di business?
Con i sistemi di pagamento di Axepta puoi trovare la soluzione di pagamento online migliore per te.

2018-09-10T15:41:57+02:00 10 Settembre 2018|Fai quadrare i conti, Pagamenti online|