Nel 2017 quasi la metà delle aziende europee ha usato almeno un social network, principalmente una pagina Facebook o un profilo LinkedIn. L’Italia è in linea con la media europea.

Ad evidenziarlo è l’Eurostat, con una speciale classifica stilata per le sole aziende con almeno 10 dipendenti.

Secondo L’Eurostat, l’ufficio statistico dell’Unione europea, il 44 per cento delle imprese italiane, nel 2017, ha interagito all’esterno tramite un social network. La maggior parte lo ha fatto con una pagina Facebook o con un profilo LinkedIn per aziende, poi Twitter e Youtube.
Un dato, questo, cresciuto molto negli ultimi anni che dimostra come le aziende del nostro Paese usano i social network per veicolare e promuovere il proprio brand, vendere i propri prodotti e servizi, ricercare nuovi clienti.

Si è passati, infatti, dal 30 per cento del 2014 e al 25 per cento del 2015, fino al 39 per cento del 2016 e al 44 per cento dello scorso anno.
Le statistiche di Facebook a livello globale, invece, utili a tastare il polso della situazione, indicano in 60 milioni le pagine aziendali attive e in oltre 1 miliardo le persone che usano Messanger (servizio di messaggistica istantanea integrato automaticamente su ogni Pagina), per connettersi con un’azienda ogni mese.
I dati confermano, quindi, che una delle attività più comuni che un’azienda può portare avanti per ottenere buoni risultati nel raggiungimento degli obiettivi finalizzati a far crescere il proprio business è la creazione di una pagina Facebook.

Vuoi migliorare i tuoi risultati di business?
Scegli la soluzione di pagamento Axepta più adatta alle tue esigenze

 

Perché scegliere una pagina Facebook e non un normale profilo

La pagina Facebook aziendale, rispetto al profilo personale, presenta vantaggi e funzioni perfettamente in linea con gli obiettivi di promozione del brand, dell’attività o dei prodotti.

Inoltre, grazie ad una pagina Facebook, è possibile:

  • Superare il limite dei 5 mila contatti (imposto invece per il profilo personale) aumentando le proprie possibilità di raggiungere il maggior numero possibile di utenti e puntare ad amplificare il messaggio promozionale su brand, attività, prodotti;
  • Creare contenuti ottimizzati per i motori di ricerca aumentando le proprie possibilità di intercettare nuovi clienti ed accrescere le potenzialità di business;
  • Utilizzare gli strumenti di Facebook per la costruzione di vere e proprie campagne pubblicitarie creando annunci a pagamento ad hoc al fine di intensificare la presenza aziendale nelle varie aree riservate alle Ads di Facebook.
  • Analizzare i dati di accessi, visualizzazioni, interazioni, prestazioni registrate sulla pagina Facebook e numero di conversioni generate dalle campagne a pagamento, grazie agli strumenti di analisi Insights e al Business Manager.

 

Come creare una pagina Facebook? Ecco una breve guida

Creare una pagina Facebook di successo non è un’operazione difficile e non è necessario avere delle conoscenze specifiche a livello di codici e linguaggi di programmazione. L’importante è aver pianificato tutte le attività necessarie e avere a disposizione delle risorse per poterla gestire ed aggiornare.

 

I 5 passaggi principali per la creazione di una pagina Facebook:

  1. La scelta della categoria
    Dato per scontato che è prima necessario aprire, o avere già, un account su Facebook, il primo passaggio da compiere per l’apertura di una pagina Facebook – in una sezione dedicata del social network – è scegliere la categoria di appartenenza della pagina: “Azienda o brand” (per
    mostrare prodotti e servizi, mettere in primo piano il brand e raggiungere più clienti) oppure “Community o personaggio pubblico” (per condividere contenuti con le persone della community, organizzazione, team, gruppo, club). Dopodiché vanno inseriti nome, settore di riferimento e tutti i dati richiesti. Tra questi dati non va indicato un luogo fisico se l’attività non ha una sede fisica ma virtuale.
  2. La scelta delle immagini
    Dopo aver creato la pagina Facebook è tutto pronto per implementarla con i contenuti. La prima cosa da fare è aggiungere le immagini che identificano in qualche modo l’attività che si intende promuovere. Le immagini standard richiesta per la pagina sono sostanzialmente due: il logo e la copertina. Ci sarebbe anche una terza immagine, opzionale, che integra lo spazio dedicate alla descrizione e alle informazioni.
  3. La scelta delle informazioni
    Tra la selezione di categoria, settore di riferimento e immagini base per logo e copertina, la scelta delle informazioni che descrivono l’attività aziendale è un’operazione estremamente importante. Infatti, tutte le informazioni richieste da Facebook, suddivise per sezioni, sono indicizzate sui motori di ricerca. Per questa ragione i testi dovranno essere curati e contenere le parole chiave precedentemente selezionate indispensabili per aumentare le possibilità di essere trovati sui motori di ricerca.
  4. La scelta dei ruoli
    Un’altra fase importante nella creazione di una pagina Facebook aziendale è l’assegnazione dei ruoli a chi dovrà, in maniera diversa, gestire le attività di promozione, aggiornamento dei contenuti e divulgazione. I ruoli da poter assegnare sono 6.
    a) Amministratore: gestisce tutti gli aspetti della pagina, invia messaggi e pubblicare a nome della pagina, risponde ai commenti sulla pagina ed eliminarli, crea inserzioni, vede quale amministratore ha creato un post o un commento, visualizza dati di Insights, assegna i ruoli della pagina.
    b) Editor: invia messaggi e pubblica a nome della pagina, risponde ai commenti sulla pagina e può eliminarli, crea inserzioni, vede quale amministratore ha creato un post o
    un commento, visualizza dati di Insights.
    c) Moderatore: invia messaggi a nome della pagina, risponde ai commenti sulla pagina e può eliminarli, crea inserzioni, vede quale amministratore ha creato un post o un commento, visualizza dati di Insights.
    d) Inserzionista: vede quale amministratore ha creato un post o un commento, crea inserzioni e visualizza i dati di Insights.
    e) Analista: vede quale amministratore ha creato un post o un commento e visualizza i dati di Insights.
    f) Collaboratore per i video in diretta: trasmette in diretta a nome della pagina da un dispositivo mobile, non può commentare a nome della pagina, creare inserzioni, accedere agli strumenti di pubblicazione o visualizzare i dati di Insights.
  5. La scelta dei contenuti
    Dopo aver completato i primi 4 passaggi essenziali l’ultimo passo che manca è la pubblicazione dei contenuti. In genere la pubblicazione di contenuti sulla pagina Facebook aziendale avviene per mezzo di una precisa strategia di comunicazione e secondo un piano di lavoro e/o editoriale.

Vuoi far crescere la tua impresa e migliorare i tuoi risultati di business?
Che tu sia un libero professionista o un’impresa, con i sistemi di pagamento di Axepta puoi trovare la soluzione di pagamento migliore per te.