RICHIEDI ORA

Come fare un business plan: 10 punti fondamentali da compilare

Come fare un business plan: gli elementi essenziali per pianificare una strategia aziendale vincente

Per elaborare una business strategy moderna e di successo, è indispensabile per qualsiasi realtà aziendale presente sul mercato redigere un piano d’azione dettagliato e preciso. Come fare un business plan è un interrogativo prioritario per nuove aziende e per realtà che desiderano rivoluzionarsi promuovendo prodotti innovativi.

Il business plan, conosciuto comunemente come piano aziendale, è il documento di programmazione richiesto all’imprenditore per delineare i propri obiettivi e per definire le future prospettive aziendali al fine di verificare tecnicamente l’effettiva fattibilità economica dei progetti organizzati. Come fare un business plan è senza dubbio un’attività prioritaria per ogni azienda con lo scopo di raggiungere obiettivi significativi e successi a lungo termine.

Un business plan, combinato con una dettagliata analisi di mercato, è un documento indispensabile in particolar modo per aziende innovative, Start up e realtà rinnovate con ultime proposte. Il piano aziendale non è necessario unicamente per valutare rischi e obiettivi di una nascente realtà commerciale, bensì è uno strumento utile per pianificare le operazioni di marketing di un’impresa già avviata e per agevolare la concessione di finanziamenti da enti intermediari quali banche, finanziarie e partner commerciali.

Una recente ricerca Nielsen evidenzia l’importanza economica dell’aggiornamento dei servizi aziendali affermando che il lancio vincente di un prodotto sul mercato può generare per un’azienda un fatturato superiore ai 150.000€. Individuare nuovi potenziali mercati commerciali mediante la redazione di un business plan adeguato è senza dubbio un’attività indispensabile per pianificare efficacemente l’offerta di un prodotto innovativo e raggiungere traguardi significativi.

Scopri le tariffe e i vantaggi dei sistemi di pagamento di Axepta

 

Come fare un business plan: 10 punti fondamentali da compilare per ottimizzare il tuo business

Per fornire un’adeguata panoramica della propria situazione aziendale e ottenere investimenti e consensi è necessario inserire alcune informazioni indispensabili all’interno del business plan.

Come fare un business plan? Scopriamo quali sono i punti fondamentali da compilare:

  1. Indice o Sommario

Un business plan correttamente impostato è dotato di un sommario o indice in grado di semplificarne la lettura. Numerare le pagine del documento è un’attività indispensabile per rendere il business plan facilmente comprensibile e per permetterne una consultazione veloce e immediata.

  1. Descrizione del progetto

Come fare un business plan? La descrizione del progetto è senza dubbio la sezione più influente: questa presentazione è una descrizione dettagliata ma sintetica (circa 2 pagine), in grado di evidenziare efficacemente gli aspetti fondamentali del piano aziendale e di illustrarne i punti di forza e di debolezza. All’interno della descrizione iniziale sono contenute la maggior parte delle caratteristiche dell’idea imprenditoriale: spiegazione del prodotto, delle sue caratteristiche, dei processi produttivi necessari per realizzarlo e dei suoi elementi di innovatività rispetto alle proposte già presenti sul mercato. Un imprenditore di successo è in grado non solo di presentare i punti di forza del proprio prodotto, bensì di descriverne anche le caratteristiche che necessitano miglioramenti proponendo soluzioni adeguate e attentamente organizzate.

  1. Presentazione generale dell’azienda

La presentazione generale della società è essenziale per fornire una panoramica dettagliata dell’azienda e del settore commerciale nel quale opera. La sezione del business plan dedicata alla descrizione industriale, per essere correttamente elaborata, dovrebbe includere: nome e forma giuridica della società, mission e obiettivi del progetto, descrizione del settore economico del business e punti di forza e di originalità dell’azienda. La descrizione del settore di riferimento è particolarmente importante all’interno di un business plan vincente: per poter realizzare la propria idea business è fondamentale cercare di dimostrare quante opportunità sono presenti nel proprio mercato commerciale utilizzando statistiche e ricerche condivise da fonti attendibili. Un’altra specifica indispensabile è relativa ai possibili profitti realizzati con il progetto. Dimostrare le potenzialità aziendali e documentare i risultati pianificati è senza dubbio un’attività valida per ottenere finanziamenti.

  1. Aspetti organizzativi dell’azienda

La quarta sezione del business plan è dedicata alla presentazione e descrizione delle posizioni occupate dalle risorse inserite all’interno dell’organico aziendale. Know-how e abilità specifiche dell’Amministratore sono i primi dati richiesti, seguiti solitamente dalle qualifiche commerciali dei soci e da informazioni riguardanti risorse umane e organizzazione del lavoro.

  1. Analisi di mercato

Conoscere come fare un business plan è importante, ma non è sufficiente per ottenere finanziamenti e realizzare la propria idea imprenditoriale: l’elemento cardine di ogni attività di impresa è, infatti, l’analisi di mercato. La ricerca di mercato è un’analisi specifica di cui si servono le imprese per studiare il contesto economico nel quale operano, il settore di riferimento dell’azienda e il comportamento del proprio potenziale pubblico. Per sviluppare un business plan vincente ed elaborare nuove strategie aziendali è necessario svolgere un’analisi di mercato in grado di evidenziare nuove opportunità di profitto e potenziali fattori di rischio del proprio mercato di riferimento.

  1. Strategia di marketing e promozione

Per elaborare un business plan di successo è necessario pianificare una tecnica di marketing vincente: nella sesta sezione del documento devono essere descritte le strategie di distribuzione del prodotto e le modalità che consentono all’azienda di posizionarsi positivamente all’interno del mercato di riferimento. Un’attività indispensabile per realizzare un’adeguata descrizione delle proprie attività di marketing e comunicazione è l’identificazione del proprio cliente ideale. Tutte le attività strategiche aziendali devono essere pianificate sulla base delle esigenze della business target-audience. Un’ulteriore specificazione necessaria all’interno del proprio business plan è relativa al canale di distribuzione dei propri prodotti e alle modalità di promozione. Svolgendo specifiche ricerche di mercato, l’azienda deve identificare e riportare all’interno del testo le strategie di comunicazione ideali per i propri prodotti e le diverse soluzioni di promozione possibili quali offerte dirette nel punto vendita, pubblicità mediante mass-media o tecniche di email marketing con messaggi personalizzati.

  1. Piano operativo

Il piano operativo in un modello standard di business plan descrive il funzionamento continuativo dell’azienda: questa sezione del documento descrive le attività quotidiane dell’impresa, la posizione, i processi produttivi, il personale e l’ambiente circostante. In questo paragrafo è consigliato evidenziare i potenziali benefici che l’azienda potrebbe apportare alla comunità, come la creazione di nuovi posti di lavoro, e i possibili effetti sulla natura circostante con relativi piani di gestione conformi alle normative ambientali vigenti.

  1. Piano economico-finanziario

La sezione del business plan dedicata al piano economico-finanziario è senza dubbio la più importante in quanto rappresenta l’effettiva fattibilità economico-finanziaria dell’idea imprenditoriale. In questo paragrafo è necessario tradurre in numeri tutto ciò che è stato precedentemente descritto con le parole: spese iniziali e capitalizzazione, proiezione di profitti e perdite a 12 mesi, proiezione del flusso di cassa annuale e triennale, bilancio alla fine del terzo anno e calcolo del break even point sono i documenti finanziari indispensabili per redigere una testimonianza economica credibile e di valore. La sezione economica è la parte del piano aziendale maggiormente consultata dagli investitori: formule, tabelle e grafici sono strumenti essenziali di cui servirsi per comprovare i propri calcoli relativi alle prospettive aziendali di profitto.

  1. Motivazione

Un buon imprenditore è in grado di motivare le proprie scelte e le proprie idee in qualsiasi situazione: una breve descrizione della motivazione alla base dell’idea imprenditoriale può rivelarsi uno strumento fondamentale da includere nel proprio business plan aziendale. La forza di volontà dell’imprenditore incide fortemente sull’opinione dei finanziatori. Un’idea innovativa fondata su principi solidi è il punto di partenza ideale per riscuotere successo e raccogliere consensi.

  1. Allegati

Gli allegati sono gli ultimi documenti essenziali da includere in un business plan vincente in quanto i lettori, in particolar modo i finanziatori, potrebbero voler consultare le fonti utilizzate per reperire i dati presenti all’interno del documento. Fornire loro i file in allegato può rivelarsi una strategia di successo per ottenere fondi e per conferire alla propria idea di business credibilità. È consigliato inserire all’interno del proprio piano aziendale alcuni documenti particolarmente importanti: studi di settore, mappe e foto della location aziendale, calcoli finanziari e proiezioni economiche, elenco dettagliato delle attrezzature, brochure e materiale pubblicitario, ricerche di mercato e lettere di supporto da parte di potenziali futuri clienti.

Vuoi far crescere la tua impresa e migliorare i tuoi risultati di business?
Con i sistemi di pagamento di Axepta puoi trovare la soluzione di pagamento online migliore per te

2019-05-17T16:39:58+02:00 21 Febbraio 2019|Apri una nuova attività, Fai quadrare i conti|