Come allestire una vetrina di abbigliamento: 8 regole utili

 

Come allestire una vetrina di abbigliamento: i consigli per creare un negozio vincente

La vetrina di un negozio di abbigliamento è la parte principale dello store. È un biglietto da visita, è ciò che comunica la prima impressione del punto vendita al cliente. Sapere come allestire una vetrina è una priorità essenziale per ogni negozio di abbigliamento.

Nel mercato della moda, ancor più che in altri, è la prima impressione a fare la differenza. L’espressione visiva è l’aspetto essenziale della comunicazione nel settore fashion e abbigliamento. Partendo da questo presupposto, è chiaro che la vetrina sia la parte davvero indispensabile di un negozio di abbigliamento. Ogni commerciante del settore dovrebbe investire risorse nell’apprendere come allestire una vetrina in modo efficace.

Secondo una ricerca svolta dall’associazione NRMA (National Retailers Merchant Association) circa il 50% dei clienti prende decisioni d’acquisto basandosi esclusivamente sulla vetrina del negozio. È chiaro che l’allestimento vetrine non è un’attività essenziale unicamente nel mondo della moda, è indispensabile per ogni punto vendita. Ogni vetrina efficace comunica una vera e propria offerta di qualità e convenienza promuovendo in modo unico i prodotti del negozio.

Nel settore abbigliamento la vetrina assume un ruolo ancor più centrale. La moda è impressione visiva: un capo ben presentato in vetrina è in grado di “vendersi da solo”. Come allestire una vetrina di abbigliamento efficace? Semplice. Non è necessario rivolgersi ad esperti di Visual Merchandising, basta seguire poche semplici regole.

Scopri le tariffe e i vantaggi dei sistemi di pagamento di Axepta

 

Come allestire una vetrina di abbigliamento: 8 regole

Scopriamo quali sono le 8 regole essenziali per allestire una vetrina di abbigliamento davvero vincente:

  1. Definire il proprio target

Il primo passo da compiere per allestire una vetrina di abbigliamento efficace è individuare il proprio pubblico target. Questa regola non vale esclusivamente per il settore moda, è utile per qualsiasi tipologia di punto vendita. Definire la propria nicchia di pubblico è essenziale per sapere quali prodotti presentare in vetrina. Nel settore abbigliamento la scelta del target è ancora più importante. Il modo di vestire è, infatti, molto personale e riguarda spesso categorie ben definite di clienti. In altre parole l’abbigliamento di un teenager è diametralmente differente da quello di un uomo d’affari. È fondamentale quindi individuare la categoria dei propri potenziali clienti per studiarne abitudini, gusti e interessi. Dopo aver individuato il proprio target, sarà semplice scegliere quali capi esporre e con quale modalità.

  1. Scegliere i manichini

I manichini sono una delle parti fondamentali di una vetrina di abbigliamento. In un contesto comunicativo, il manichino rappresenta la proiezione del cliente. La funzione essenziale del manichino è quella visiva: deve mostrare la vestibilità dei capi al cliente e convincerlo ad acquistarli. I manichini più utilizzati hanno colore neutro, per dare l’idea di veridicità e richiamare il colore della pelle. Il manichino non deve risultare un elemento estraneo al contesto della vetrina, bensì dovrebbe essere inserito in un background realistico. Scegliere la posa del manichino è un’attività essenziale. Spesso sono consigliate pose semplici e naturali, anch’esse in grado di richiamare la comune postura del cliente. Le pose più strane sono utilizzate per attirare l’attenzione, ma devono essere collocate all’interno di una scenografia adeguata. In altre parole per disporre un manichino in una posa particolare, è necessario creare intorno a quest’ultimo un tema coerente con la posizione scelta. A seconda della tipologia di negozio di abbigliamento, verranno scelti diversi modelli di manichini. Per una boutique di lusso sono preferiti i manichini in pose eleganti, per un negozio sportivo quelli in movimento e per gli outlet quelli in pose naturali.

  1. Comporre gli outfit

Creare outfit originali è indispensabile per allestire una vetrina di abbigliamento vincente. Dopo aver scelto quali manichini disporre in vetrina, è tempo di decidere come vestirli. È sempre consigliato ideare outfit originali e unici. Un abbinamento alternativo ha più possibilità di attirare l’attenzione del cliente rispetto ad un outfit banale e già visto. La scelta dei colori è essenziale. In base alla tipologia di target si possono creare abbinamenti di colori davvero originali. Inoltre, se un capo è caratterizzato da un dettaglio particolare è bene metterlo in evidenza all’interno del look. I manichini sono fondamentali per mostrare la vestibilità dei capi: è importante scegliere indumenti che vestano perfettamente sul manichino per convincere i potenziali clienti.

  1. Scegliere il tema

La scelta del tema è un altro tassello essenziale per la composizione di una vetrina di successo. Proprio come l’arredamento negozi, anche la vetrina deve essere inserita in un ambiente riconoscibile. Scegliere un tema particolare per la propria vetrina aiuta il cliente a individuare quale tipologia di prodotti vengono presentati. In altre parole il tema è il background della vetrina, lo sfondo nel quale sono inseriti i manichini e i prodotti. I capi esposti in vetrina devono risaltare all’interno dello sfondo cercando però di rimanere coerenti con il tema scelto. È fondamentale utilizzare in modo appropriato i colori dello sfondo. I colori chiari e sgargianti possono essere l’ideale per mettere in evidenza outfit estivi, quelli più freddi sono perfetti per rendere realistico un look invernale.

  1. Posizionare i best seller al centro

Ogni vetrina possiede un punto focale all’altezza circa di 1.5 metri. L’occhio, secondo specifici studi, visualizza in un primo momento proprio il punto focale. Partendo da questo presupposto, è importante posizionare all’altezza del punto focale i propri articoli di punta. Gli articoli best seller sono i migliori per attirare l’attenzione del cliente. Il punto focale può essere utilizzato anche per comunicare una promozione particolare al fine di attirare l’attenzione del cliente.

  1. Utilizzare gli accessori per arricchire gli outfit

Una delle regole basilari per creare una vetrina di moda efficace è creare outfit completi. L’abbinamento totale viene sempre preferito a quello parziale ed è in grado di attirare particolarmente l’attenzione del cliente. In altre parole, anche se si tratta di un negozio di abbigliamento, è essenziale mostrare in vetrina accessori o calzature per completare gli outfit proposti. Molti clienti non valutano unicamente la vestibilità di un determinato capo di abbigliamento, si soffermano anche sull’abbinamento che potrebbe crearsi con scarpe o accessori. Mostrare in vetrina questi particolari potrebbe essere la mossa vincente per donare ai propri capi in vetrina unicità e originalità.

  1. Utilizzare le luci in modo efficace

Come allestire una vetrina di abbigliamento vincente? Semplice. Utilizzando le luci giuste! La scelta della disposizione delle luci è spesso sottovalutata, ma è una componente fondamentale del processo di allestimento vetrine. In primo luogo la luce non deve alterare il colore dei capi. Le luci non devono essere troppo forti, devono essere in grado di valorizzare gli indumenti esposti. Un raggio di luce proiettato direttamente sui manichini non è mai molto efficace: corre il rischio di rendere più chiari i colori dei vestiti. Sono preferite luci laterali o posizionate negli angoli, in grado di far risaltare i capi di abbigliamento anche con il buio serale.

  1. Cambiare periodicamente

Mai come nel settore abbigliamento è consigliato cambiare l’allestimento della propria vetrina con particolare frequenza! I clienti amano vedere look e outfit nuovi, per questo è essenziale rinnovare la propria vetrina ogni settimana. Il mancato aggiornamento delle vetrine negozi potrebbe costituire una penalizzazione notevole per il punto vendita. I clienti preferiscono fare acquisti soprattutto durante il weekend: molti negozi creano, infatti, vetrine nuove in vista del fine settimana. Rinnovare la propria vetrina non significa per forza cambiare i prodotti esposti. Molte volte è sufficiente cambiare la disposizione dei manichini e modificare l’abbinamento degli outfit per ideare vetrine totalmente innovative. Capita spesso che un capo che non aveva riscosso particolare successo in un primo periodo, cambiando l’allestimento vetrina, risulti quello più venduto. Basta modificare la disposizione dei manichini, cambiare la scenografia e modificare i colori per ottenere risultati inaspettati.

Vuoi far crescere la tua impresa e migliorare i tuoi risultati di business?
Con i sistemi di pagamento di Axepta puoi trovare la soluzione di pagamento online migliore per te

2019-06-28T17:45:33+02:00 8 Maggio 2019|Fai crescere il tuo business|