Come azzerare le commissioni del tuo POS

POS: perché preferire i pagamenti elettronici al contante

Agevolare l’uso del POS da parte dei commercianti attraverso l’azzeramento delle commissioni è uno degli obiettivi del piano Italia Cashless.

Azzeramento commissioni POS: cosa prevede il piano Italia Cashless

Azzerare le commissioni POS sui micro-pagamenti è una delle misure previste dal piano Italia Cashless messo a punto dal Governo per ridurre l’uso del denaro contante e sostenere la diffusione e l’accettazione dei pagamenti con carte e app.
Per questo a partire dal 1° gennaio 2021 e fino al 31 dicembre 2023, le transazioni effettuate sul circuito PagoBANCOMAT per pagamenti con importo fino a 5 euro saranno a zero commissioni pagate dalle banche.
L’iniziativa è promossa da Bancomat S.p.A. la società partecipata da 125 istituti italiani che gestisce l’80% delle transazioni con carta di debito per oltre 250 miliardi di valori annui pagati o prelevati agli sportelli. Nel circuito sono coinvolti oltre 35 milioni di italiani e 2 milioni di esercenti.

Il progetto, si legge nella nota diffusa da Bancomat S.p.A., punta ad ampliare la diffusione e l’accettazione dei micro-pagamenti, che oggi rappresentano solo il 2,3% delle transazioni, con l’obiettivo di incentivarne l’utilizzo di oltre 7 milioni di italiani attualmente non attivi nelle attività di pagamento digitale, nonché facilitare l’adozione del POS da parte degli esercenti.

«Rappresentando i tre quarti del mercato di carte di debito in Italia, BANCOMAT S.p.A. ha un ruolo centrale nella sfida promossa dal Governo che ci vede coinvolti in prima linea sia con PagoBANCOMAT che con BANCOMAT Pay. L’azzeramento delle commissioni per le Banche per micro-pagamenti sino a 5 euro per le transazioni PagoBANCOMAT è in linea con il nostro programma di sostegno al rilancio del Paese a cui si aggiungeranno ulteriori iniziative di incentivazione ai pagamenti no cash» ha dichiarato Alessandro Zollo, Amministratore Delegato di Bancomat S.p.A.

L’azzeramento delle commissioni POS promuove l’uso della moneta elettronica e si aggiunge ad un altro importante strumento introdotto dalla nuova Legge di Bilancio, ovvero il Bonus Pos.

Il Bonus Pos è un credito d’imposta pari al 30% delle commissioni addebitate all’esercente o al libero professionista sul transato del terminale POS. Si tratta quindi di un incentivo economico che copre parte delle spese sostenute dagli esercenti per accettare pagamenti elettronici mediante POS.

Non hai ancora un POS? Ora è il momento giusto: richiedi ora il tuo POS Axepta. Ti agevoliamo sui piccoli pagamenti PagoBANCOMAT e ti rimborsiamo le commissioni per tutto l’anno.

Axepta azzerare le commissioni POS per le transazioni PagoBANCOMAT fino a 5 euro

Axepta, in linea con gli obiettivi perseguiti dal Governo con il piano Italia Cashless, ha deciso di azzerare le commissioni POS applicate alle transazioni di importo inferiore a 5 euro del circuito PagoBANCOMAT, uno dei più utilizzati in Italia.

In che modo? Dal 1° gennaio 2021 fino al termine dell’anno potrai iniziare ad accettare micro-pagamenti PagoBANCOMAT con POS senza commissioni.

Ciò significa, all’atto pratico, che potrai consentire ai tuoi clienti di pagare con carta anche un semplice caffè senza dover pagare alcuna commissione POS sul pagamento. In altre parole, avrai zero contanti in cassa, meno rischi e un check-out veloce e innovativo grazie all’accettazione di pagamenti elettronici.

L’iniziativa è valida sia per gli esercenti che già dispongono di un terminale Axepta che per quelli che decideranno di averne uno.

Come funziona l’azzeramento delle commissioni POS con Axepta?

Axepta azzera le commissioni POS mediante dei veri e propri rimborsi.

Infatti, le commissioni previste per le transazioni PagoBANCOMAT fino a 5 euro, come da contratto di Acquiring sottoscritto, saranno regolarmente addebitate al commerciante nel mese di competenza per poi essere rimborsate tramite compensazione con le commissioni eventualmente da addebitare nel mese successivo.

Nel caso in cui non ci siano commissioni da compensare, Axepta rimborserà le commissioni tramite bonifico.

Il rimborso sarà evidenziato, nel dettaglio delle singole transazioni oggetto di rimborso, all’interno dell’estratto conto mensile, messo a disposizione dell’esercente attraverso il portale online Byond di Axepta.

Quali sono i vantaggi della promozione Zero Commissioni di Axepta per la tua attività?

I terminali di Axepta sono la soluzione migliore per incassare micro-pagamenti elettronici quotidiani. Ecco quali sono i vantaggi per la tua attività:

  1. Tutti i dispositivi di Axepta sono già pre-impostati di default per acquisire come primo circuito di pagamento PagoBANCOMAT, non occorre quindi nessun setting manuale da parte dell’esercente;
  2. La promozione Zero Commissioni dal punto di vista contabile è valida per tutte le categorie merceologiche, nessuna esclusa;
  3. Dal punto di vista contabile, la promozione Zero Commissioni si traduce in un rimborso mensile delle commissioni previste per le transazioni su circuito PagoBANCOMAT. In altre parole, Axepta, a differenza dei competitors che optano generalmente per un rimborso semestrale, consente all’esercente di non dover anticipare nulla ricevendo rimborsi mensili sulle commissioni.

Inizia a incassare piccoli pagamenti POS senza commissioni: scopri le soluzioni di pagamento di Axepta e richiedi ora il terminale POS più adatto per il tuo business

2021-04-01T11:13:44+02:00 1 Aprile 2021|Fai quadrare i conti|