Accettare pagamenti con carta di credito in negozio: quali circuiti accettare?

Accettare pagamenti con carta di credito in negozio: quali sono i circuiti più utilizzati? 

Pagare con carta di credito si sta dimostrando un trend in crescita negli ultimi anni: una soluzione innovativa, sicura e semplice sia per clienti che per esercenti. Ma, quando si possiede un piccolo negozio, vale davvero la pena accettare tutti i circuiti di pagamento?

Il pagamento con carta di credito si è rivelato per negozi, attività e liberi professionisti un alleato fondamentale per ampliare il proprio giro di affari. Infatti, attualmente la maggior parte dei clienti, soprattutto quelli più giovani, predilige pagare con carta piuttosto che utilizzare il denaro contante. Ogni carta – che sia di credito o debito – appartiene a un circuito di pagamento. Per questo, per accettare pagamenti con carta di credito in negozio è necessario, oltre che dotarsi di terminale POS, decidere quali circuiti abilitare.

In genere, si pensa che il numero dei profitti sia direttamente proporzionale al numero dei circuiti accettati. In altre parole, molti esercenti credono che più circuiti di pagamento si accettano, maggiori saranno i profitti. Ma, vale davvero la pena accettare tutti i circuiti? Non sempre è così. Infatti, a volte i costi di accettazione possono superare i profitti.

Come accettare pagamenti con carta nel modo corretto? Semplicemente analizzando i circuiti di pagamento più popolari: infatti, ponendo particolare attenzione sui costi e sulla tipologia di utenti che utilizza maggiormente ogni circuito, sarà semplice capire quali conviene davvero accettare nel proprio punto vendita.

 

Accettare pagamenti con carta di credito in negozio: quali sono i circuiti più utilizzati? 

Quali sono i circuiti di pagamento preferiti dagli utenti? Analizziamoli e scopriamo insieme quali dovresti accettare nel tuo negozio:

  • PagoBancomat

Conosciuto più comunemente come Bancomat, questo circuito nazionale è attualmente il più diffuso in Italia: conta ben 37 milioni di carte di debito emesse. Il circuito PagoBancomat è comunemente presente sulle carte di debito associate ai conti correnti delle più importanti Banche italiane. La carta Bancomat, tra le più diffuse, presenta alcuni elementi comuni alle altre carte, ma anche delle particolarità: per esempio, supporta la tecnologia NFC contactless che permette il pagamento tramite il tap della carta mentre, non essendo una carta di credito, non permette di effettuare pagamenti online o a distanza. Proprio per questo le carte di debito Bancomat sono spesso associate al circuito Maestro.

Conviene accettare PagoBancomat se si ha un piccolo negozio? La risposta è sì. Infatti, non solo viene utilizzata da milioni di persone in Italia, bensì presenta delle commissioni particolarmente basse per i commercianti: tra 0.5 e 1%.

  • MasterCard

Insieme alla concorrente Visa, MasterCard è senza dubbio uno dei circuiti di pagamenti più diffusi al mondo. In Italia è un circuito molto popolare grazie alle carte prepagate: infatti, molte delle prepagate ricaricabili (come Hype o Yap per i più giovani) hanno deciso di affidarsi al circuito MasterCard. Le commissioni per ricevere pagamenti con carte di questo circuito sono le più basse per i commercianti, insieme a quelle di Visa e dopo quelle di PagoBancomat. Qualora il pagamento venisse effettuato con una carta emessa all’estero o con una MasterCard premium o aziendale, le commissioni per l’esercente potrebbero risultare più alte. Infine, tutti gli acquirer, ovvero le società che si occupano di elaborare pagamenti online, includono MasterCard nel proprio servizio base.

Conviene accettare MasterCard se si ha un piccolo negozio? Anche in questo caso la risposta è affermativa. Infatti, MasterCard è, insieme a Visa, il circuito più conosciuto e utilizzato a livello globale. Inoltre, le commissioni per gli esercenti sono più convenienti rispetto a quelle di molti competitor.

  • Maestro

Maestro è il circuito internazionale di carte di debito appartenente a MasterCard. Come già accennato, è generalmente affiancato alle carte PagoBancomat a causa dei limiti di queste ultime. Infatti, Maestro consente di effettuare transazioni online e a distanza: è fondamentale per rendere le classiche carte Bancomat più flessibili e innovative.

Conviene accettare Maestro se si ha un piccolo negozio? Sì, perché garantisce commissioni convenienti (paragonabili a quelle di MasterCard) e perché è implementato alla maggior parte di carte Bancomat tradizionali.

  • Visa

Insieme alla concorrente MasterCard, Visa è il circuito di pagamento più famoso al mondo. In Italia è un circuito popolare: sono molto diffuse sia le carte di credito, che quelle di debito e prepagate. Infatti, oltre al classico circuito Visa Debit, sono particolarmente note le carte prepagate Visa Electron, diffuse soprattutto tra i giovani (14-18 anni) che hanno bisogno di una carta ricaricabile. Le commissioni per i commercianti che decidono di accettare carte Visa, insieme a quelle di MasterCard e PagoBancomat, sono le più basse sul mercato. Proprio come con MasterCard, quando il pagamento viene effettuato con una carta estera o con una Visa premium o aziendale, le commissioni per l’esercente potrebbero risultare più alte. Anche in questo caso, visto l’utilizzo significativamente diffuso a livello globale di questo circuito, tutti gli acquirer includono Visa nel proprio servizio base.

Conviene accettare Visa se si ha un piccolo negozio? Anche in questo caso la risposta è sì. Infatti, Visa è uno dei due circuiti più diffusi a livello mondiale e risulta conveniente per gli esercenti grazie alle proprie commissioni economiche.

V-Pay è un circuito di carte di debito e prepagate pensato per condividere le norme del circuito Visa in ambiente europeo. Infatti, le carte V-Pay sono valide nell’area SEPA (Single Euro Payments Area), ovvero nei 19 Paesi che utilizzano l’Euro come moneta nazionale unica. Fuori dall’Europa le carte V-Pay non vengono accettate. Perché i clienti dovrebbero utilizzare questo circuito? Perché garantisce gli standard di sicurezza Visa in tutta Europa, con la possibilità di pagare e prelevare senza commissioni aggiuntive.

Conviene accettare V-Pay se si ha un piccolo negozio? Se il negozio si trova nell’Eurozona e ha a che fare spesso con clienti provenienti dagli altri Paesi europei, accettare V-Pay potrebbe essere una soluzione importante. Infatti, implica commissioni ridotte per i commercianti in tutta Europa (le stesse del circuito Visa) ed evita l’aumento di commissioni per carte emesse in altri Paesi europei.

  • American Express

American Express è un circuito di pagamento autonomo: diversamente da tutti quelli presentati fino ad ora, questo circuito non si serve di Banche o intermediari finanziari per elaborare i pagamenti. American Express è la società che attualmente vanta il numero maggiore di carte di credito emesse. Generalmente, i clienti che utilizzano queste carte hanno un margine di spesa più ampio rispetto a quello degli utenti Visa, MasterCard o PagoBancomat. E le commissioni per gli esercenti? Sono senza dubbio molto più alte della media sul mercato: si aggirano intorno al 2%.

Conviene accettare American Express se si ha un piccolo negozio? Come già affermato, le commissioni per accettare pagamenti da carte di questo circuito sono piuttosto elevate per gli esercenti. In genere, si consiglia di implementare questo circuito di pagamento alle attività con un giro d’affari ampio e con una clientela disposta a compiere spese significative.

  • Diners Club

Proprio come American Express, anche il circuito Diners Club ha un target di nicchia particolarmente elevato. Infatti, queste carte sono molto popolari tra professionisti benestanti di alto livello che viaggiano molto per lavoro. Pur non essendo particolarmente popolare in Italia, Diners Club è accettato in 190 Paesi e vanta in tutto il mondo circa 70 milioni di utenti. Proprio come nel caso di American Express, le commissioni per gli esercenti sono notevolmente maggiori rispetto a quelle di altri circuiti più comuni: si aggirano intorno al 3-4%.

Conviene accettare Diners Club se si ha un piccolo negozio? Partendo dal presupposto che le commissioni per esercenti e commercianti sono tra le più alte sul mercato, accettare pagamenti con carta di credito Diners Club è consigliato per attività e negozi in luoghi turistici, possibilmente frequentati da professionisti di alto livello pronti a spendere cifre considerevoli.

 

In conclusione, per esercenti e commercianti è molto importante valutare quali circuiti di pagamento accettare sulla base della propria clientela. Generalmente, è sempre consigliato dotarsi di terminali POS in grado di accettare tutti i circuiti maggiormente utilizzati: questo consente non solo di non perdere clientela, bensì di garantire comodità e soddisfazione alla maggior parte dei clienti. Le soluzioni di pagamento Axepta, infatti, sono versatili e compatibili con tutti i circuiti di pagamento sopra indicati.

Vuoi far crescere la tua impresa e migliorare i tuoi risultati di business?
Con i sistemi di pagamento di Axepta puoi trovare la soluzione di pagamento migliore per te

2020-03-10T09:53:56+01:00 10 Marzo 2020|Fai quadrare i conti|